Banner Top
Banner Top

Declassamento dell’aeroporto di Pescara, la Cna attacca Vasto e gli altri comuni costieri

aeroporto_pescaraDopo i tagli dei voli deciso dall’Enav si fa sempre più nero il futuro per l’aeroporto Liberi di Pescara stretto tra la crisi delle compagnie italiane, dalla volontà di avere nuovi scali aerei nell’aquilano e in Molise. Proprio sulla difficile situazione dell’aeroporto d’Abruzzo il presidente regionale della Cna, Italo Lupo, ha chiesto al consiglio di amministrazione della Saga presieduta da Lucio Laureti, la convocazione, prima delle feste natalizie, dell’assemblea dei soci della SpA, per discutere dei rischi di declassamento dello scalo abruzzese. A detta della confederazione artigiana, che chiede l’apertura dell’incontro a tutte le principali istituzioni locali, agli esponenti di governo, ai parlamentari eletti in Abruzzo e alle forze economiche e sociali, «solo attraverso un pieno coinvolgimento dell’azionariato, e realizzando così un efficace gioco di squadra, sarà possibile individuare le strade che portano alla soluzione del problema. Ed all’avvio di una trattativa con il governo, ed Enav, fondata sulla difesa di una infrastruttura strategica per lo sviluppo del nostro territorio e la promozione turistica».

Secondo la Cna, che detiene una quota del capitale sociale della società che gestisce lo scalo d’Abruzzo, è anche tempo di ricondurre alle proprie responsabilità, istituzioni che dell’aeroporto si interessano solo in periodi elettorali e non risparmia un attacco frontale anche alle amministrazioni locali costiere tra cui Vasto «Non è un mistero – aggiunge Lupo – che vi siano enti, cui pure la legge affida rilevanti compiti in materia di promozione turistica, che sull’aeroporto investono meno di quanto elargiscono a una sagra di paese, o che se ne occupano solo per la difesa di piccoli interessi di bottega. Ed altri, magari dotati di grandi strutture alberghiere sul proprio territorio – penso a tutti i comuni della costa teramana, a Montesilvano, Francavilla e Vasto, solo per citare qualche esempio – che non hanno mai tirato fuori neppure un centesimo per un aeroporto che pure sbarca ogni anno in Abruzzo decine di migliaia di persone». Una critica, che Lupo estende agli operatori del settore: «Siamo stanchi dei tanti Soloni che da anni dispensano solo consigli, ma si guardano bene dal mettere mano al portafoglio».

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts