Banner Top
Banner Top

Al Cotir il terzo appuntamento con gli InfoDay sugli stanziamenti regionali

Si è tenuto venerdì pomeriggio, in un’aula congressi del Cotir stracolma, il terzo appuntamento con gli InfoDay voluti dalla Regione Abruzzo per illustrare la natura e le potenzialità degli stanziamenti regionali per favorire l’occupazione. Sono stati il presidente della IV Commissione, Nicola Argirò, e l’assessore alle Politiche attive del Lavoro, Paolo Gatti, ad introdurre l’evento ricordando come quella dell’Abruzzo sia l’unica Regione ad aver approntato un tale pacchetto di interventi e soprattutto, di averlo fatto per ben 4 volte al fine di arginare gli effetti della crisi.

Come hanno illustrato alcuni funzionari regionali e di Abruzzo Sviluppo, si tratta di un pacchetto da ben 20 milioni di euro, le cui risorse  provengono dal Fondo Sociale Europeo e dal Ministero del Lavoro: In particolare si è parlato di “Microcredito 2”, l’intervento con una dotazione di 10 milioni di euro, che consente di avere accesso a una formula di credito restituibile in 5 anni al tasso dell’1%, un’iniziativa che tenta di fare fronte alla chiusura dei rubinetti da parte delle banche per microimprese, ditte individuali, società di persone e cooperative, lavoratori autonomi e professionisti anche in via di attuazione delle loro attività per un massimo di 25 mila euro. Le domande vanno inviate dal 10 al 20 dicembre, ma i fondi a disposizione verranno probabilmente consumati già nel primo giorno.

“Intraprendo” è le seconda formula di stanziamento con 4.2 milioni di euro di fondi, e finanzia la nascita di nuove imprese con un fondo perduto di 25 mila euro a favore di tutti i residenti inoccupati o disoccupati in Abruzzo. Domande entro il 20 dicembre.

“Goal” è invece riservata alla nascita di nuove imprese a conduzione giovanile: infatti, possono accedere ai finanziamenti solo i giovani dai 18 ai 35 anni residenti in Abruzzo, con un incentivo a fondo perduto di 25 mila euro. Anche in questo caso domande da spedire entro il 20 dicembre.

Infine, “Lavorare in Abruzzo 4” che rappresenta l’idea per tagliare la contribuzione in caso di nuove assunzioni. 4,5 milioni di euro per concedere bonus di 10 mila euro per inoccupati, disoccupati, svantaggiati e molto svantaggiati, e di 15 mila euro in caso di assunzioni di donne, giovani under 35 e disabili. Domande dal 10 al 20 dicembre.

Tutte le informazioni e la modulistica possono essere reperite sul sito della Regione Abruzzo.

La chiusura dell’incontro è stata demandata al governatore Gianni Chiodi, che ha ricordato come per la prima volta l’Abruzzo abbia meno disoccupati delle Marche e come la percentuale di disoccupati in regione sia del oltre un punto e  mezzo inferiore alla media nazionale. Ha elogiato  l’operato dei presenti grazie ai quali si è riusciti a approntare per la quarta volta un simile programma di interventi mentre la Regione riusciva a tagliare il proprio debito pubblico da 4 miliardi a 3 miliardi di euro. Inoltre, come aveva già fatto nella convention di Confindustria, ha ribadito come ci si trovi di fronte a una pesante crisi industriale causata da errori nel passato che hanno portato a una troppo ingente pressione fiscale sugli individui, una eccessiva contribuzione da parte delle imprese, ormai giunta a oltre il 60%, a una politica energetica negativa a causa di scelte non fatte.

  • cotir-pacchetto-lavoro subito - 5
  • cotir-pacchetto-lavoro subito - 4
  • cotir-pacchetto-lavoro subito - 2

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts