Banner Top
Banner Top

Ombrina Mare, Confindustria Chieti sta con la Medoilgas SpA

ManifestazioneNoOmbrinaPescaraFin dall’inizio della lunga sequela di battaglie contro l’installazione della piattaforma Ombrina Mare2 dinanzi le coste abruzzesi Confindustria Chieti si era mostrata contraria a ogni forma di opposizione dichiarandosi addirittura favorevole sia per le ricadute dal punto di vista economico che energetico, ma, a suo dire, soprattutto occupazionale.

Oggi il sodalizio degli industriali teatini ha ufficializzato la sua posizione decidendo di partecipare “ad adiuvandum” al ricorso al TAR Lazio della Medoilgas Italia.

Secondo Confindustria “Nel provvedimento del Ministero dell’Ambiente impugnato è formulata richiesta dell’AIA relativamente al progetto OMBRINA, dopo che si è già esperita favorevolmente la procedura VIA, seppur non ancora firmato il relativo decreto ministeriale. Tale richiesta peraltro contraddice un precedente provvedimento dello stesso Ministero, che ne negava la necessità, e non è conforme quindi alla procedura fissata dalla norma”.

Confindustria Chieti ritiene gravissimo che in modo del tutto discrezionale vengano cambiate le regole procedurali in corso d’opera.

“Col ricorso si quindi vuole tutelare l’interesse non solo di Medoil ma di tutti gli imprenditori ad avere piena certezza dei tempi, delle procedure, dei propri diritti a fronte dei propri investimenti fatti nel pieno rispetto delle norme.

Se viene supinamente accettato il principio dell’incertezza o della disparità dei comportamenti della Pubblica Amministrazione saranno a rischio, in un momento di gravissima crisi generale, diversi possibili investimenti privati, pur realizzati conformemente alle più rigide norme tecniche e giuridiche”.

Dunque certezza di procedure e tempi: queste le richieste di Confindustria Chieti che denuncia come politiche disparitarie “Specialmente in settori quali impianti di produzione di energia, gestione rifiuti, estrazione di minerali, infrastrutture, rischiano il blocco progetti rilevanti che invece potrebbero dare importanti risposte in termini di occupazione e di indotto”.

Intanto per domani è attesa la decisione dei togati amministrativi sulla sospensiva, mentre si attendono tempi certamente più lunghi perché si entri nel merito della vicenda.

La posizione di Confindustria susciterà non poche polemiche soprattutto da parte di coloro che hanno fatto dell’ambientalismo al propria bandiera.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts