Banner Top
Banner Top

“Pizzicato” con la marijuana tenta di fuggire, arrestato 40enne vastese

commissariato-conferenza stampa-rpc - 26Numerosi i passanti che questa mattina, in centro, hanno assistito al trambusto provocato da un uomo al fine di sfuggire a un’operazione antidroga degli agenti del Commissariato di Vasto, diretti dal dottor Cesare Ciammaichella.
L’arrestato, Daniele Ciccarone, di 40 anni, era da tempo nel mirino della Polizia per l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, così questa mattina in corso Italia, all’altezza degli ex edifici scolastici, i poliziotti dalla loro auto civetta hanno visto l’uomo, noto per precedenti specifici e conosciuto con lo pseudonimo di ‘mousito (topolino)’ , che – una volta riconosciuti i poliziotti – ha cercato di nascondersi alla loro vista con fare indifferente, cercando riparo prima sotto i portici e poi all’interno del bar Palizzi.
Dopo aver lasciato in sosta l’autovettura di servizio, gli agenti hanno quindi raggiunto il 40enne per procedere al controllo nei pressi del bar. Fuori dal bar, dopo aver mostrato la tessera di riconoscimento, hanno comunicato all’uomo le ragioni del controllo, invitando il sospetto ad esibire un documento d’identificazione per poi procedere nei suoi confronti. Nella sua tasca dei pantaloni gli agenti hanno così rinvenuto due buste di cellophane trasparente contenenti entrambe sospetta sostanza stupefacente del tipo marijuana.
A quel punto, però, l’uomo è andato escandescenza, minacciando gli agenti e nel contempo provando a dileguarsi, strattonandoli e spingendoli con forza. La sua reazione, però, non non ha colto impreparati gli agenti, che sono riusciti a bloccarlo e poi, con l’ausilio di una seconda pattuglia di colleghi, fatta appositamente convergere sul luogo, a condurlo a bordo dell’auto di servizio presso gli uffici del Commissariato.
Negli uffici del Commissariato, a seguito di un controllo più accurato, l’uomo è risultato in possesso della somma complessiva di 189,45 euro. La sostanza, pesata da personale tecnico della locale Polizia Scientifica, è risultata pari a  14,8 grammi, per una busta, e 1,3 per l’altra. Sottoposta a test orientativo,la sostanza ha dato esito positivo ai reagenti per l’identificazione della canapa indiana e suoi derivati.
Alla luce di ciò, si è proceduto alla perquisizione domiciliare presso la sua abitazione e in questa circostanza sono stati trovati ulteriori 1,9 grammi di sospetta sostanza stupefacente, nascosta in un armadio, 3,6 grammi di semi verosimilmente di marijuana e un bilancino di precisione nascosti all’interno di una scatole di scarpe. Sotto il letto della sua camera da letto, all’interno di uno zaino, altri 95 euro in due banconote da 20 euro, cinque da 10 euro e una da cinque euro.
A seguito dell’operazione, uno degli agenti è stato anche costretto a far ricorso ai sanitari del Pronto soccorso, con una prognosi di sette giorni per contusioni multiple in zona toracica e cervicale. Durante l’arresto infatti il 40enne urlava a squarciagola dimenandosi furiosamente e spintonando gli operatori di polizia fino a colpirli.

  • daniele ciccarone
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts