Banner Top
Banner Top

Stazione Vasto-San Salvo, scalo merci salvo

conf stampa-san salvo-scalo merci-sasi - 04Si è tenuto ieri al ministero dei Trasporti un incontro ufficiale tra l’Amministrazione sansalvese, rappresentata dal primo cittadino Tiziana Magnacca e dal presidente del Consiglio comunale Eugenio Spadano e il segretario del ministro e il capo di gabinetto addetto ai Trasporti. È stato proprio il sindaco Magnacca a introdurre quanto ha portato agli eventi di ieri e risultati conseguiti: “In questi mesi non siamo rimasti con le mani in mano – ha detto il primo cittadino – Abbiamo interloquito con il ministero, la Sangritana e con le aziende principali del territorio le quali sempre  ci hanno ribadito la necessità di riattivare il trasporto su ferro.  Pur interloquendo con il ministero non siamo riusciti a fare quel tavolo congiunto che pur volevamo fare. Grazie all’intervento dell’onorevole Di Stefano , che li ha in più occasioni tampinati, siamo riusciti a incontrare ieri proprio il segretario del ministro e il capo di gabinetto addetto ai trasporti e insieme al presidente del Consiglio di San Salvo e abbiamo trovato persone che non solo la questione l’avevano studiata, l’avevano anche vista insieme a Rfi, che è proprietaria delle reti, e ci hanno dato intanto una prima risposta positiva: noi eravamo in questi giorni in fermento perché sapevamo che la sospensione  che avevamo ottenuto a giugno  i termini stavano per scadere”.

La soddisfazione della Magnacca è tanto maggiore perché “Questa sospensione ora è stata rafforzata perché non solo hanno deciso di fermarsi , ma la buona notizia è che Rfi ha deciso di rivalutare la dismissione.  Non intende più dismettere e sta facendo una valutazione degli investimenti da fare proprio per riattivare lo scalo ferroviario e ciò che ci rende orgogliosi è il fatto che pare che questa sia l’unica dismissione sulla quale Rfi è tornata indietro proprio perché ha visto grazie al contributo di tutti un interesse concreto su questo scalo. È chiaro che per gli investimenti che Rfi vorrà fare un ruolo fondamentale lo avrà il Consorzio industriale”.

Per poter mettere a punto questa valutazione degli investimenti  il ministero convocherà tra una settimana a Roma oltre al Comune di San Salvo la Regione Abruzzo,  il responsabile di Rfi, il commissario del Consorzio industriale,  la Provincia di Chieti e la Sangritana con la quale abbiamo lavorato  gomito a gomito perché più volte il presidente Pasquale Di Nardo ha detto che era disponibile  a lavorare  come azienda di trasporto sulle rete Rfi. Nell’elencazione fatta dal primo cittadino manca, però, il Comune di Vasto che dalle parole successive dell’onorevole Fabrizio Di Stefano sembra essere stato  latitante sulla questione.

“Credo che abbiamo lavorato in sinergia come centrodestra – ha chiosato la Magnacca – partendo dalla Regione e coinvolgendo l’onorevole e l’azienda regionale dei Trasporti. È un piccolo successo che deve poi concretizzarsi, un piccolo passo per le nostre aziende.

Entusiastiche e non poteva essere altrimenti anche le dichiarazioni dell’onorevole Di Stefano: “Io credo che quando si fa politica a tutto tondo  poi si devono cogliere anche dei risultati.  E questo che è stato colto dall’Amministrazione di San Salvo credo sia il principio di un grande risultato, perché era una partita praticamente chiusa  e nessuno ci voleva mettere la faccia perché sembrava le visioni poste dalle Ferrovie dello Stato sembravano irreversibili., invece la caparbietà di questa Amministrazione e la sinergia che si è saputo creare ha portato ad un risultato”.

Ed ecco l’affondo ai Comuni di centrosinistra, Vasto e Cupello in primis “Ora chiamiamo al ruolo e alle loro responsabilità tutti non soltanto  gli enti sovracomunali, ma anche quelli territoriali perché questa è la battaglia di San Salvo e della sua zona industriale, ma Vasto è tutto il suo territorio non è  escluso dalla responsabilità degli atti. Noi continueremo a vigilare e a sollecitare, ma l’incontro di ieri sia prodromico a una serie di passaggi  che ancora devono essere compiuti, ma che ci fanno guardare con ottimismo  al futuro.”

Argirò ha sottolineato il ruolo dei rappresentanti comunali che ricoprono altri incarichi istituzionali: “Quando ci sedemmo già nel primo Consiglio comunale – ha dichiarato il presidente della IV Commissione regionale – ho sottolineato l’importanza di avere in amministrazione persone con più ruoli anche in altri livelli istituzionali. In Commissione ho anche la delega ai trasporti, Tonino Marcello è in Provincia, in questo modo è più facile aiutare la nostra zona. Questa vicenda che era di chiusura totale nasce da un tavolo che fu concertato in Provincia di Chieti e quando facemmo la riunione qui con Pallotta (Rfi) ponemmo tutti l’accento sul fatto che questo era ed è uno scalo importante. La Regione sta lavorando bene e lo ha dovuto ammettere anche il sindaco di Vasto, in occasione dell’inaugurazione delle nuove opere portuali.  Quanto accaduto ieri è un segnale molto importante per il nostro territorio e per le nostre aziende”.

Infine, l’intervento di Eugenio Spadano: “Sulla stazione i riflettori si erano un po’ spenti e in modo preoccupante, questa, però, è una stazione importante non solo per noi, ma anche per tutta la regione. È un posto strategico e San Salvo ha preso un po’ in mano la vicenda della stazione. Ringraziamo il senatore Di Stefano, la Provincia e la Regione, ma ovviamente adesso intendiamo cogliere i risultati. Questa è una premessa di cui siamo soddisfatti e orgogliosi, ma abbiamo l’occasione per riaccendere i riflettori sulla stazione nel suo complesso, come il discorso inerente il trasporto passeggeri su cui abbiamo da affrontare tutta una serie di carenze”.

Luigi Spadaccini
Natalfrancesco Litterio

  • conf stampa-san salvo-scalo merci-sasi - 04
  • conf stampa-san salvo-scalo merci-sasi - 02
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts