Banner Top
Banner Top

Ubriaco e fuori controllo ruba un coltello e semina il caos tra le bancarelle

Commissariato_2Si tratta della stessa persona che qualche giorno fa aveva minacciato pesantemente il sindaco Luciano Lapenna, quella fermata e denunciata dopo aver terrorizzato un commerciante e un ristoratore.
Come ricostruito dal Commissariato di Pubblica sicurezza diretto dal vicequestore Cesare Ciammaichella, l’uomo, identificato per D’A.M., si aggirava tra le bancarelle degli “Ambulanti in città” fino a quando, dopo l’ennesima dose di alcool, ha iniziato a terrorizzare un commerciante ambulante rubando un grosso coltello esposto per la vendita e allontanandosi furtivamente. Spaventato dall’accaduto il commerciante ha tentato di farlo desistere seguendolo e parlandogli. Il tentativo, però, è risultato inutile in relazione all’evidente stato di pericolosità del soggetto che sbandierando la lunga lama del coltello ha proseguito dritto verso una trattoria poco distante. Scosso dall’evento il commerciante è tornato a chiudere la bancarella per paura che i furti potessero ripetersi o che l’uomo potesse tornare indietro.
Nel frattempo è arrivata la telefonata al “113” per segnalare che una persona armata di coltello stava appunto minacciando il titolare di un locale.
Costretti a muoversi a piedi, per via della zona pedonale riservata alla festa delle bancarelle, gli uomini della Volante non sono riusciti ad arrivare in tempo per “congelare la flagranza di reato”, ma – una volta individuato il soggetto – hanno ricostruito la dinamica degli eventi: D’A.M. aveva minacciato pesantemente il ristoratore che, preso atto dello stato di alterazione alcolica del pregiudicato, si rifiutava di dargli da bere. Il titolare del ristorante veniva, anche di fronte alla Polizia, minacciato ed ingiuriato nuovamente dal pregiudicato ubriaco che continuava a oltraggiare anche gli Operatori della Volante minacciandoli di lesioni e cercandoli per vendicarsi fuori dall’orario di servizio. Portato fuori dal locale con la forza D’A.M., che nel frattempo aveva nascosto il lungo coltello all’arrivo della Volante, continuava a resistere agli ordini della Polizia gettandosi per terra e urlando fino a quando non veniva caricato di forza sull’auto della Volante e portato in Commissariato per gli atti dovuti.
D’A.M. è stato così denunciato per minaccia aggravata, oltraggio, resistenza e minaccia a P.U. e per furto aggravato, mentre il coltello, che ha forma e dimensioni di un gladio romano, lungo 35 centimetri, è stato ritrovato accidentalmente da un cittadino, nascosto sotto una vettura e restituito dalla Polizia all’avente diritto.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts