Banner Top
Banner Top

La valenza strategica del Programma Automotive e del Campus

sevelSi è tenuta stamane nella Sala consiliare della Provincia di Chieti un attesissimo incontro della  Consulta provinciale dell’economia e del lavoro. Convocato dal presidente Enrico Di Giuseppantonio, vi hanno partecipato alcuni consiglieri provinciali, i rappresentanti dei Comuni della Val di Sangro, dell’Associazione degli Industriali della provincia di Chieti e delle Segreterie provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Uilm e delle Comunità montane. Al centro del summit l’esame dell’avanzamento delle attività previste nel “Documento per un’alleanza dell’Automotive Abruzzo”. Erano presenti anche il Presidente della Camera di Commercio di Chieti, Silvio Di Lorenzo, e il coordinatore del Polo Automotive, Raffaele Trivilino che hanno informato puntualmente sull’avanzamento dei progetti.

Come è ben noto il settore dell’Automotive Abruzzo dà lavoro a 30.000 addetti, dei quali 25.000 in provincia di Chieti, con un fatturato di circa 7 miliardi di euro l’anno, ma su di esso si è fatto particolarmente sentire il peso della crisi accentuando lo spauracchio della delocalizzazione industriale che sarebbe deleteria per l’economia provinciale. Per rispondere alle diverse esigenze di contenimento dei costi, di una formazione ottimale e ottimizzata, di una fornitura di servizi competente e celere alle aziende del settore è stato partorito il progetto del Campus Automotive di Mozzagrogna per il quale sono pronti in fase di start-up finanziamenti per 35 milioni di euro.

Stamane, tutti hanno ribadito e confermato la necessità di accelerare le procedure per la sua realizzazione; in particolare il Presidente di Confindustria Chieti, Paolo Primavera, ha stimolato tutti a fare squadra, a pensare positivo ed evitare dubbi o problemi che ritardino solo la realizzazione dei progetti. L’urgenza è stata ribadita con forza anche dai rappresentanti dei lavoratori che hanno anche richiesto di incrementare le attività di ricerca con i fondi ancora disponibili e con quelli futuri.

In particolare i sottoscrittori si sono impegnati a svolgere un ruolo di stimolo e supporto nei confronti del Governo nazionale e della Regione Abruzzo affinché si realizzino una serie di interventi nella Logistica integrata, nei Servizi e nella filiera delle Competenze.

Per quanto riguarda i Servizi, gli interventi si concentrano sulla attuazione della nuova legislazione regionale e sull’attuazione di politiche necessarie affinché i servizi pubblici erogati alle imprese siano più efficaci ed efficienti, con il contenimento dei costi. Gli interventi sulla filiera delle Competenze dovranno riguardare un sistema scolastico che non si presenta in linea con i bisogni attuali e crescenti di un moderno e competitivo sistema produttivo: attualmente i risultati medi si presentano inferiori del 30% rispetto alle altre aree con le quali ci si confronta costantemente.

“Le attività previste nel Documento vanno avanti in funzione del diario di bordo; alcune iniziative intraprese procedono più velocemente mentre altre devono accelerare – dice il Presidente Enrico Di Giuseppantonio – L’Automotive deve rimanere il pilastro più solido della nostra economia e per fare questo il territorio deve essere reso competitivo ed appetibile attraverso l’impegno di tutti: per raggiungere tale obiettivo dobbiamo rimuovere gli ostacoli principali che incidono sui costi di produzione. Ecco perché la Fondo Valle Sangro va completata e per l’inizio di luglio ho fissato un appuntamento con il Ministro Lupi a cui chiederemo impegni precisi perché una delle voci di costo che gravano sulle aziende è legata ai trasporti. Se ci muoviamo sinergicamente e con convinzione nella stessa direzione e con gli stessi obiettivi – conclude il Presidente Enrico Di Giuseppantonio – per la Val di  Sangro possiamo immaginare un nuovo “miracolo” industriale dopo quello che, da “valle della morte”, ne ha fatto il più grande polo industriale e produttivo della nostra provincia e del centro sud e il motore dell’intera economia abruzzese”.

Lu. Spa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts