Banner Top
Banner Top

Il ministro Lupi convoca un tavolo tecnico sulla stazione

stazioneDopo gli incontri tenuti venerdì scorso, in occasione prima della Consulta regionale per lo Sviluppo e poi del vertice coi sindaci sulla Via Verde della Costa dei Trabocchi, il ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi ha deciso di convocare a Roma un tavolo tecnico cui dovranno partecipare Rfi – Rete Ferroviaria Italiana, la Provincia di Chieti e i rappresentanti territoriali per fare chiarezza sulla vicenda dello smantellamento del nodo merci alla stazione di Vasto San Salvo.

A sollevare la questione per primo era stato il Sindaco sansalvese Tiziana Magnacca che ha sollecitato un intervento di Lupi anche durante l’incontro con i sindaci promosso dal presidente della Provincia di Chieti.

Sarà proprio quest’ultima a doversi fare carico della elaborazione delle schede tecniche sulle quali ragionare per discutere dell’importanza dell’utilizzo della rete ferroviaria. “Il tutto in un’ottica strategica – ha commentato il sindaco Magnacca dopo l’incontro avuto con il ministro Lupi  – per un progetto più ampio della logistica per questo territorio in una modalità che abbracci la ferrovia, il porto e le strade”.

Il sindaco di San Salvo ha rappresentato all’esponente del governo Letta gli argomenti discussi nel corso dell’incontro con l’ing. Paolo Pallotta, responsabile della direttrice Adriatica di Rfi nella tratta Bologna-Lecce. “Il ministro Lupi ha compreso la situazione e le richieste di una zona industriale che accoglie aziende con migliaia di lavoratori e altrettanti nell’indotto per uno comune che ridia competitività e benessere al territorio”.  Ragionamenti che vanno nella direzione che il presidente della Regione Gianni Chiodi ha inteso percorrere con il Patto per lo sviluppo “per un colpo di reni che rimetta in moto l’economia di tutto l’Abruzzo”.

Il sindaco di San Salvo si dice soddisfatta della disponibilità del ministro delle Infrastrutture che si è subito attivato personalmente per esaminare la questione snodo ferroviario Vasto-San Salvo ma “è andato oltre proponendo la manutenzione straordinaria delle strade gestite dall’Anas, la questione della rete ferroviaria più in generale ma soprattutto, con il coinvolgimento del presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, l’emergenza viaria con le fondovalli Sangro e Trigno nella prospettiva di collegamento tra l’Adriatico e il Tirreno”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts