Banner Top
Banner Top

Rotary: due iniziative tra arte ed agroalimentare

Siamo impegnati ad affrontare quest’ultimo trimestre di anno rotariano, in cui dobbiamo concludere ancora alcuni progetti di service e consolidare il nostro rapporto di amicizia, per far sì che il nostro Club sia sempre più apprezzato nella nostra comunità”. Con queste parole il Presidente del Rotary Club di Vasto, dott. Beniamino Di Domenica, ha voluto lanciare ai soci una ulteriore sollecitazione per un impegno sempre più generoso sul territorio.

E proprio alle esigenze del territorio sono state rivolte le due iniziative che si sono svolte il 19 e 20 aprile.

Venerdì 19 c’è stata presso l’Aula Magna della Scuola Media “G. Rossetti” la cerimonia di inaugurazione del restauro del Murales (una tempera intitolata “Il Sessantotto: Idee, Cultura, Progresso”) eseguito, con il contributo del club, dallo stesso autore, il Maestro prof. Nicola D’Adamo.

Presenti autorità cittadine, insegnanti e alunni, dopo l’indirizzo di saluto del Presidente Di Domenica, il dirigente scolastico, prof.ssa Maria Pia Di Carlo, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa, “che si traduce per i ragazzi nella conoscenza della propria storia per meglio rapportarsi con la comunità territoriale”.

E’ stato, poi, il dott. Gianfranco Bonacci a presentare il prof. D’Adamo, che con l’aiuto di alcune slide ha presentato le tematiche sviluppate nell’opera.

Si è, quindi, passati all’inaugurazione del dipinto, applaudito da tutti i presenti nello splendore del restauro.

Sabato 20 si è tenuto, invece, presso la Sala Convegni degli ex-Palazzi Scolastici in Corso Italia, un convegno di grande attualità sul tema “Produzioni Agroalimentari e Specificità dei Territori”. Dopo l’introduzione del Presidente del Rotary Club, Di Domenica, hanno preso la parola per i saluti il sindaco Luciano Lapenna (che ha sottolineato l’importanza dell’argomento per la nostra regione e per il territorio) e il dott. Tito Cieri, Presidente dell’Enoteca Regionale e Capo della Segreteria dell’Assessore Assessore all’Agricoltura.

Sono iniziati, quindi i vari interventi: l’agrometereologo Bruno di Lena ha sviluppato “I cambiamenti climatici e la Viticoltura di qualità”; Roberto Zironi, Docente di Tecnica Enologica all’Università di Udine ha approfondito  “Gli aspetti qualitativi di riconoscibilità delle produzioni enologiche tipiche”; Giuseppe Cavaliere, funzionario Tecnico della Regiome Abruzzo si è soffermato sulla “commercializzazione e valorizzazione delle produzioni IGP e DOP”.

E’ seguita una tavola rotonda, il cui dibattito è stato coordinato da Massimo Di Cintio, Giornalista Eno-Gastronomico e alla quale  hanno partecipato: Dino Mastrocola Docente di Tecnica Alimentare Università di Teramo, Donato De Falcis Amm. Delegato Polo di Innovazione Agroalimentare dell’Abruzzo, Raffaele Cavallo Presidente Slow-Food Abruzzo, Antonio Nocciolino Presidente Cantina San Michele Arcangelo – Vasto, Giovanni Sputore Azienda Agricola La Selvotta dei F.lli Sputore, Carmine Masoni Responsabile economico CIA Abruzzo, Nicola Dragani Presidente Sez. Abruzzo Associazione Enologi Italiani.

Al termine c’è stata una degustazione di Vini e Prodotti Tipici Vastesi guidata da Sommelier AIS Delegazione Vasto-Val di Sangro.

Luigi Medea

  • 12. Convegno agroalimentare
  • 8. Il murales
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts