Banner Top
Banner Top

La sezione vastese del Pro.do.c.s. in Perù

inaugurazione Presidio Sanitario Angoteros-2Si è costituita a Vasto nel 2001 la sezione vastese del Pro.do.c.s. (Progetto Domani: Cultura e Solidarietà), l’organismo non governativo di volontariato e cooperazione internazionale che fa parte della Federazione volontari nel mondo – FOCSIV.
La sezione vastese, coordinata dal dottor Florindo Barisano, presenta tra i suoi soci il responsabile di Neurologia del “S. Pio” di Vasto, Pasqualino Litterio, Michele Baccalà, Carla La Palombara, Donato Dipietropaolo, Nora Longhi e Annamaria Barisano; tra i soci sostenitori, Loredana D’Adamo, Maria Michela Mariani, Sante Cianci e Francesca Cianci, mentre i soci onorari sono il cantautore Giancarlo Spadaccini e il maestro di musica Giuseppe Forte.
Già dal 2002 la sezione vastese ha attivato un gemellaggio ideale con le comunità indigene “Runas” del fiume Alto Napo dell’Amazzonia del Perù e ha iniziato un progetto di “Sostegno a distanza” con le attività sanitarie richieste dai rappresentanti degli indigeni Runas, all’interno del Programma di cooperazione internazionale “Progetto Sanitario Runas”. Nel 2005, oltre a questo progetto, la sezione vastese ha iniziato il “Progetto sanitario Barco de Salud Kenko Go”, appoggiando i viaggi fluviali sanitaria “Kenko Go” che, partendo dalla città di Trinidad, dà assistenza sanitaria a tutte le popolazioni indigene situate nei villaggi lungo il fiume Mamorè, fino al confine con il Brasile. Dal 2007, nella stessa regione boliviana amazzonica, in collaborazione con la Caritas locale, sono state finanziate campagne di interventi chirurgici ai bambini con malformazioni congenite di labbro leporino.
Nei mesi scorsi, una delegazione formata da Florindo Barisano, Pasqualino Litterio e Donato Dipietropaolo si è recata personalmente nell’Amazzonia peruviana per l’inaugurazione del Presidio sanitario Angoteros lungo l’Alto Napo che si è tenuta il 18 febbraio, di certo non la prima esperienza dell’agguerrito gruppo di volontari nelle zone più difficili del pianeta.
“Continuità dell’impegno, agire con il consenso delle comunità interessate, essere strumenti di promozione all’autosviluppo”, questi alcuni dei principi di riferimento delle associazioni che scelgono il sostegno a distanza nella cooperazione internazionale, come spiegato dal coordinatore della sezione vastese del Pro.do.c.s., Florindo Barisano. “Questo tipo di solidarietà – spiega Barisano – prevede, inoltre, l’informazione dei sostenitori riguardo ciò che si realizza e la disponibilità pubblica dei bilanci e dei rendiconti annuali per la massima trasparenza dell’operare. In questi anni la difficoltà a reperire finanziamenti pubblici destinati alla cooperazione internazionale è stata compensata dalla sensibilità e dalla partecipazione di persone che credono nel bisogno e nella necessità di ridurre il divario tra nord e sud del mondo”.

  • inaugurazione Presidio Sanitario Angoteros-3
  • inaugurazione Presidio Sanitario Angoteros-2
  • inaugurazione Presidio Sanitario Angoteros
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts