Banner Top
Banner Top

Pescara: giro di vite contro la prostituzione

prostituzione2_casa_chiusaAvevamo anticipato nei giorni scorsi le azioni intraprese dal sindaco di Pescara nella lotta alla prostituzione in strada, ma anche le Forze dell’ordine cercano di seguire lo stesso orientamento  portando avanti indagini finalizzate a sgominare un mercato della carne che non sembra conoscere alcuna tregua. La scoperta di una casa di appuntamenti è solo l’ultimo degli episodi in ordine di tempo. Lì dove doveva insistere un centro massaggi, in realtà, alcune avvenenti ragazze ”intrattenevano” uomini soprattutto giovani tra i 30 ed i 40 anni alla modica cifra di 80 euro. Nell’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto denaro contante e una sorta di libro dei soci con 183 nomi, di cui alcuni fittizi, cui si cerca di risalire per poter meglio comprendere il giro di affari ed il funzionamento di una struttura del genere, una identificazione dei clienti, peraltro non perseguibili, che fa tremare anche le nostre zone perché pare che alcuni clienti provenissero proprio dal vastese. L’operazione di polizia ha condotto alla denuncia per favoreggiamento della prostituzione di B.S., 39enne brasiliana, presunta responsabile del centro, ma sospetti più che forti si concentrano anche sulla proprietaria dell’immobile, una donna di Taranto, cui andava gran parte degli incassi. Intanto si è provveduto ai primi interrogatori proprio sui clienti “beccati” in flagranza e sulle ragazze presenti nel centro al momento della scoperta.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts