Banner Top
Banner Top

Omicidio Bureikaite: pena ridotta di un anno per Pepe

Pena ridotta da 16 a 15 anni: questo il verdetto pronunciato stamane dalla Corte d’Appello de L’Aquila nei confronti di Matteo Pepe, il 44enne imprenditore edile di Motta Montecorvino (FG), finito in manette per l’omicidio della 24enne lituana Neila Bureikaite, finita a colpi di coltello nella casa in cui i due convivevano in via S. Pertini il 15 ottobre 2011. Quello che fu il primo episodio drammatico dell’annus horribilis vissuto dalla nostra città, e che scosse le nostre coscienze avvicinandole a realtà che sembravano così lontane dal nostro quotidiano, chiude il suo secondo capitolo con una sentenza lampo che di fatto conferma quella del primo grado di giudizio pronunciata dopo la richiesta di rito abbreviato avanzata dall’inquisito. Una sentenza, però, che non soddisfa la difesa la quale attende la pubblicazione delle motivazioni per poter procedere ad un eventuale ricorso in Corte di Cassazione.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts