Banner Top
Banner Top

Una lite che degenera, due denunciati dalla polizia

foto dimostrativa

Una lite causata da dissidi famigliari nella zona 167 di Vasto, ha portato alcuni giorni fa a due denunce.
Una giovane, dopo aver discusso con il convivente, ha chiamato in aiuto il proprio padre, il quale l’aveva allontanata da casa, portando con sé anche la bambina, nata da pochi mesi.
Da qui il furioso litigio tra il padre della ragazza e il convivente da cui è stata allontanata, entrambi pregiudicati, che ha portato il primo a chiamare la Polizia.
Solo il tempestivo intervento degli agenti, coordinati dal dottor Cesare Ciammaichella, ha evitato il peggio: infatti, mentre gli agenti chiedevano spiegazioni all’uomo, il giovane si è avvicinato con un lungo coltello da cucina, cercando di colpire il suocero. L’uomo è rimasto illeso, grazie al pronto intervento degli agenti che hanno disarmato e bloccato  il giovane. Il coltello, con una lama di circa 18,5 centimetri, è stato sequestrato.
La lite è però proseguita in Commissariato, quando – nel vedere il giovane ancora seduto nella volante – il padre della ragazza appena arrivato per sporgere denuncia si è scagliato contro l’auto della Polizia, cercando di aprirla e di raggiungere il giovane per vendicarsi, arrivando a rompere il lunotto posteriore dell’auto.
Entrambi sono stati denunciati: il giovane, di 19 anni e vari precedenti, è accusato di minacce aggravate, porto abusivo di arma da taglio e tentate lesioni personali; l’uomo, di 36 anni e anch’egli pregiudicato, dovrà rispondere di danneggiamento di beni dello Stato.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts