Calcio, Serie D girone F. Trasferta decisiva per la Vastese. Se la squadra di Aldo Papagni espugna il campo marchigiano è a un passo dalla salvezza matematica

Vincere a Castelfidardo vuol dire quasi salvezza

vastese-apertura

Oggi è in programma la giornata numero numero 36 del campionato di serie D. Queste le partite in programma: Avezzano-Campobasso, Castelfidardo-Vastese, Forlì-Santarcangelo, Francavilla-Jesina, Matelica-Savignaese, Agnonese-Pineto, Giulianova-Montegiorgio, Notaresco-Cesena, Sammaurese-Isernia, Sangiustese-Recanatese.

Vincere questo pomeriggio  a Castelfidardo significa assicurarsi quasi la certezza matematica della salvezza. Una partita che la squadra biancorossa non si può permettere di sbagliare. Lo sa benissimo Papagni che ieri, dopo l’ultimo allenamento, ha messo tutti in guardia.

“Questa trasferta rappresenta l’esame più difficile e complicato della mia gestione a Vasto – ha sottolineato l’esperto tecnico pugliese – perchè siamo obbligati a fare risultato e perchè andiamo ad affrontare una squadra ancora viva a dispetto di quella che è la sua posizione di classifica. la formazione? Non abbiamo squalificati, siamo quasi al completo. Qualcosa cambierò rispetto alla gara con il Cesena nel corso della quale abbiamo speso tante energie.” 

L’impressione è che oggi si rivedrà dal primo minuto Vito Leonetti in prima linea. A fargli posto dovrebbe essere Shiba. Nei prossimi giorni potrebbero esserci novità anche sul fronte societario

LA FORMAZIONE: (3-5-2) Patania; Sbardella, Del Duca, Iarocci; De Meio, Russo G, Capellupo, Palestini, Di Giacomo; Shiba, Stivaletta. All: Papagni.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *