Cassette di plastica, polistirolo, imballaggi e perfino boe. I volontari, coordinati dagli operatori della Cogecstre, la cooperativa di Penne che ha in gestione l’area protetta, hanno riempito decine di sacchi, effettuando una minuziosa raccolta manuale

La Riserva di Punta Aderci e le pulizie di Primavera

IMG-20190402-WA0016

Cassette di plastica, polistirolo, imballaggi e perfino boe. Hanno trovato di tutto un gruppo di migranti del Cas Hotel Continental (Centro di accoglienza straordinaria) che, nell’ambito del protocollo di intesa per i lavori socialmente utili stipulato con il Comune, ha ripulito le spiagge della riserva naturale di Punta Aderci dai rifiuti delle mareggiate invernali.

I volontari, coordinati dagli operatori della Cogecstre, la cooperativa di Penne che ha in gestione l’area protetta, hanno riempito decine di sacchi, effettuando una minuziosa raccolta manuale. Trattandosi di un’area protetta, dove è presente un prezioso ambientale dunale, sono banditi i mezzi meccanici che danneggerebbero l’ecosistema, gli interventi di pulizia, quindi, devono essere eseguiti a mano. Alla fine della mattinata i volontari hanno rimosso dal litorale una notevole quantità di plastica, cassette di polistirolo e vari tipi di imballaggi.  

“I rifiuti marini sono oggi uno dei maggiori problemi di gestione dei 5 Km e mezzo di spiagge della Riserva dove, a causa delle particolari correnti, del fiume Sinello e delle barriere portuali, si depositano gran parte dei rifiuti presenti in mare”, spiegano i referenti della Cogecstre, che chiamano in causa lo scarso senso civico dei cittadini.

“I rifiuti marini non sono però l’unico detrattore ambientale”, aggiungono gli operatori, “la consuetudine di gettare a terra con l’idea che “poi qualcuno pulirà”, o abbandonare rifiuti nei luoghi più isolati, è ancora largamente diffusa, tanto da occupare gran parte del nostro impegno quotidiano per rendere decorose le aree parcheggio, gli ingressi e i sentieri della Riserva. Riteniamo doveroso ringraziare i volontari, che vogliono ricambiare con un impegno quotidiano l’accoglienza che hanno ricevuto dalla nostra comunità, il personale della cooperativa Luna e Versoprobo, particolarmente attenti a sensibilizzare i richiedenti asilo e l’amministrazione comunale di Vasto che supporta tutte le fasi autorizzatorie e di smaltimento”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.