Banner Top
Banner Top

Denso, dirigente europeo in visita: “Ma restano i dubbi sul futuro”

E’ terminata la visita di due giorni allo stabilimento Denso di Piana Sant’Angelo da parte del presidente di Denso Europa, Katsuhiko Sugito. Esattamente come aveva fatto quindici giorni fa il presidente mondiale Koji Arima, anche Sugito ha controllato accuratamente tutti i reparti e ha osservato attentamente il lavoro degli operai. Sugito ha poi discusso a porte chiuse con i dirigenti aziendali ma non con le rsu nè con i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil.
“Sono visite di routine – ha spiegato il segretario della Cisl, Primiano Biscottinon è in questo periodo che Denso prende decisioni. Dovremo aspettare marzo per sapere quale sarà il futuro della Denso di San Salvo. Molto dipenderà dai bilanci”.
I vertici dell’azienda stanno visitando tutti gli stabilimenti che la Denso gestisce nel mondo per poi decidere dove scommettere ancora e dove investire.
L’auspicio è che dopo la visita del presidente di Denso Europa, vengano definite le linee guide da seguire e calendarizzati gli incontri con rsu e segretari provinciale di Cgil, Cisl e Uil per illustrare il bilancio del 2021 e l’andamento del primo semestre 2022.
In una nota le rsu hanno espresso il proprio pensiero.
“Sarebbe stato utile e strategico che già il presidente Koji Arima nel corso della sua recente visita a San Salvo incontrasse la rsu per capire e condividere anche le nostre idee. Crediamo con fermezza che sia necessario costruire tutti insieme il nostro futuro. La strada va tracciata con impegno, volontà, condivisione e rispetto dei ruoli, con il coraggio di confrontarci per dare le soluzioni alle problematiche organizzative, tecniche, gestionali, qualitative, di formazione e di inclusione di tutti i lavoratori. C’è una necessità impellente di rimettere al centro la persona, motivarla, responsabilizzarla, dare opportunità di crescita professionale, di ascolto e rendere il nostro stabilimento virtuoso. Siamo nel bel mezzo di una tempesta perfetta in cui tutto il settore dell’automotive è in grande difficoltà e non possiamo permetterci di essere remissivi e attendere che qualcuno ci salvi e neanche che i lavoratori paghino sempre gli errori e le gravi perdite economiche avutesi nella gestione degli anni passati. Riteniamo che sia arrivato il momento di dare seguito agli impegni presi sugli investimenti”.
Paola Calvano
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.