Banner Top
Banner Top

Il caro energia frena la Pilkington, l’azienda chiede aiuto al governo

Da oggi e per quindici giorni alla Pilkington di San salvo resterà spento un forno del reparto “Accoppiati”. Il lievitare dei costi dell’energia frena la produzione del colosso industriale. Il vetro è uno dei settori energivori per eccellenza, ma ora rischia di perdere competitività a livello internazionale e di finire fuori mercato. Assovetro e l’azienda sperano che il 25 settembre si riesca a formare un governo in grado di intervenire rapidamente, traghettando le imprese energivore fuori dalla crisi.

Marco Ravasi, presidente di Assovetro, l’associazione italiana degli industriali del vetro, lo ha ribadito al tavolo a cui ha partecipato il presidente di Pilkington Italia, Graziano Marcovecchio. L’industria vetraria di San Salvo che prima spendeva per l’energia 200mila euro al giorno è arrivata a spendere quasi 900mila euro.

I lavoratori non nascondono di essere molto preoccupati e le rsu sono in attesa di essere convocate.

Lo scorso mese di maggio, durante i festeggiamenti dei 60 anni di attività, Marcovecchio ricordò che l’industria arrivò a San Salvo grazie alla scoperta del gas a Cupello. Ora è proprio la mancanza di gas a mettere a tappeto i colossi industriali del territorio. Da due anni Marcovecchio sta lottando con la crisi.

La cassa integrazione scaduta il 13 febbraio è stata sostituita dai contratti di solidarietà e i contratti di espansione. Attualmente i dipendenti sono 1.700. Fra contratti di espansione e solidarietà sono stati scongiurati per il momento licenziamenti collettivi.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.