Banner Top
Banner Top
Banner Top

Imposte comunali, a Vasto si cambia: una società ne cura la riscossione

 “Non vogliamo vessare il cittadino,  ma è giusto che ognuno versi  il dovuto. Solo così sarà possibile pagare meno tasse”. Con queste parole il sindaco,  Francesco Menna e l’assessore ai tributi, Gabriele Barisano hanno salutato ieri l’inaugurazione degli uffici in viale Perth della Cnf – Credit Network & Finance –  la società concessionaria per conto del Comune di Vasto dei servizi di accertamento, riscossione ordinaria e coattiva delle imposte comunali.

“Siamo contenti di aver assunto la gestione di questo servizio in un comune importante come Vasto”, commenta l’avvocato Alessandra Casari della Cnf, “ci proponiamo di coadiuvare l’amministrazione in tutte le attività con efficacia ed efficienza e implementandole a livello tecnologico. La nostra mission è quella di svolgere un ruolo di intermediario tra l’ente e il cittadino, assicurando una funzione di supporto e di coordinamento”.

La lotta all’evasione fiscale è uno dei principali obiettivi dell’amministrazione comunale.

Sono molto soddisfatto”, attacca l’assessore Barisano, “è un nuovo progetto a cui abbiamo lavorato tantissimo. Il nostro obiettivo non è vessare il cittadino, ma accompagnarlo a regolarizzare la sua posizione. La lotta alla evasione resta un punto fermo: se tutti versassero quanto dovuto potremmo pagare meno”.

Oltre a sottolineare il ruolo che la concessionaria svolgerà sul territorio, il sindaco Menna ha voluto ringraziare la società per aver salvaguardato i posti di lavoro della vecchia gestione “cosa niente affatto scontata”.

La Credit Network & Finance, che ha sede a Verona, si è aggiudicata l’appalto da due milioni 150mila euro indetto dal Comune di Vasto per le attività di supporto all’accertamento dei tributi locali (Imu, Tasi, Tari, imposto di soggiorno), la riscossione coattiva degli avvisi di accertamento, degli oneri di urbanizzazione, delle sanzioni per la violazione del codice della strada,  la riscossione della Tosap e dei diritti sulle pubbliche affissioni, nonché di tutte le altre entrate patrimoniali che l’ente vorrà riscuotere tramite il concessionario. Con questa operazione il Comune mira ad aumentare la sua capacità di riscossione, una delle problematiche  segnalate dalla Corte dei Conti  che, in più di una occasione, ha messo in luce criticità in merito alla  riscossione dei tributi locali.

Anna Bontempo (Il Centro)

  • 280196084_1935024486697042_7881526169980458314_n
  • 280267210_1935024663363691_7338031756241982784_n
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.