Banner Top
Banner Top

Tornano le esalazioni a Vasto, Cannarsa: “Nessuno controlla l’aria”

E’ stata avvertita durante il fine settimana dai residenti di diverse zone della città ed ha provocato disagi anche ieri la forte puzza proveniente, con ogni probabilità, dalla zona industriale di Punta Penna. Tantissime le segnalazioni giunte alla redazione del Centro dai cittadini che abitano lungo la circonvallazione Istoniense e in via Ciccarone, stanchi di convivere a giorni alterni con esalazioni sulla cui natura non è mai stata fatta chiarezza. Così come si ignorano gli effetti che potrebbero avere sulla salute delle persone.

“Ho ricevuto decine di telefonate”, riferisce Marco Cannarsa, comandante provinciale Geav (guardie ecologiche ambientali), “in particolare da via Ciccarone dove, oltre ad uffici ed attività commerciali,  sono presenti anche le scuole medie. Mi hanno segnalato una forte puzza che, molto verosimilmente, potrebbe essere la stessa che si sente da anni nella zona industriale di Punta Penna. E’ assurdo che, nonostante gli esposti presentati in Procura dalle associazioni, nessuno si sia preso la briga di verificare cosa respirano i cittadini”, chiosa Cannarsa. Ieri lo sgradevole odore è stato avvertito in particolare lungo la circonvallazione Istoniense, la strada a scorrimento veloce che collega l’Incoronata con Sant’Antonio Abate, praticamente i due estremi della città.

“Siamo stati tutto il giorno tappati in casa, evitando di portare i bambini in giro  e di aprire le finestre”, racconta un professionista che per anni ha lavorato nella zona industriale di Punta Penna e che ricorda molto bene il disagio provocato dalle esalazioni. Le stesse che la scorsa estate hanno costretto decine di turisti ad abbandonare la spiaggetta di Libertini, nella riserva naturale di Punta Aderci e che da alcuni mesi, in coincidenza con ogni probabilità di determinate condizioni climatiche, vengono avvertite anche nelle aree meno periferiche della città. Il fenomeno, inizialmente circoscritto solo all’area industriale di Punta Penna, sta interessando sempre più spesso anche le zone più centrali della città – come corso Mazzini, corso Garibaldi, via Casetta, via Santa Lucia e perfino piazza Rossetti – creando non poco allarme.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com