Banner Top
Banner Top

Costa collegata con le aree interne: cinque paesi uniti da un progetto

La finalità è quella di costruire un territorio accogliente che connetta a sistema la costa con le aree interne limitrofe, coniugando il turismo enogastronomico con il cicloturismo che si sta sviluppando grazie alla realizzazione della Via Verde. Si chiama “Tra i colori del Sinello” il progetto presentato dai comuni di Scerni, Monteodorisio, Pollutri, Villalfonsina e Casalbordino al Patto Territoriale Trigno- Sinello, con l’obiettivo di costruire un sistema turistico integrato che valorizzi le realtà sociali, culturali ed economiche presenti sul territorio contribuendo al miglioramento della qualità dei servizi. L’importo dell’investimento è di 513.270 euro.

Il comune capofila è Scerni. Il progetto, perfettamente in linea con le finalità del bando indetto dal Patto Territoriale Trigno-Sinello, fa leva su una serie di punti di forza quali il paesaggio e la morfologia del territorio, la presenza radicata di tradizioni locali e il crescente interesse verso un turismo sostenibile.

Ma ecco in concreto le attività e le azioni proposte: sviluppo di una pagina Internet grazie alla quale l’utente potrà essere collegato ad una guida digitale interattiva per la fruibilità del territorio; mappatura dei percorsi bike, lavori di sistemazione dei tracciati e posizionamento della cartellonistica; sistemazione dell’area museale nel comune di Monteodorisio con miglioramento dell’accessibilità degli spazi espositivi e realizzazione di un percorso sensoriale che permetterà di “toccare con mano” il Museo; ristrutturazione del piano terra del Palazzo Raymondi a Scerni e la sua riqualificazione attraverso la pavimentazione dell’area antistante la chiesa patronale di San Panfilo e la sistemazione dello spazio adiacente il Palazzo De Riseis.

E ancora: una pista ciclabile di collegamento fra il centro cittadino e località Miracoli a Casalbordino con potenziamento del punto informativo al Lido; riqualificazione della pavimentazione di via Roma a Pollutri (attualmente asfaltata) e sistemazione dell’ “orto di San Nicola”, un’area verde di proprietà comunale attualmente poco valorizzata; lavori di riqualificazione della fontana Ottocentesca a Villalfonsina , sistemazione dell’area circostante e suo adeguamento per consentirne la fruibilità anche ai ciclisti.

E’ previsto anche, ma su tutto il territorio del Sinello, un evento promozionale di inaugurazione dei nuovi percorsi e di presentazione dell’intero progetto, attraverso una ciclo-passeggiata promozionale. Legambiente Abruzzo, inoltre, contribuirà alla sensibilizzazione sulle tematiche della protezione dell’ambiente e del territorio, facendo conoscere le proprie attività e i Centri di educazione ambientale che gestisce nelle “Terre del Sinello” e nella Regione.

“I comuni dell’Unione, insieme a Monteodorisio, hanno lavorato per presentare un progetto finalizzato a valorizzare ancora di più i nostri siti turistici e le strutture pubbliche capaci di essere attrattivi per turisti e visitatori”, spiega il sindaco di Scerni, Daniele Carlucci, “la vicinanza alla costa dei Trabocchi deve diventare un valore aggiunto per tutto il territorio, continuando a progettare in maniera sinergica e mettendo a sistema le bellezze e le potenzialità di ogni comune”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.