Banner Top
Banner Top

San Salvo, assolti i due carabinieri arrestati

Un anno fa ci fu l’annullamento da parte della Corte di Cassazione dell’ordinanza di custodia cautelare e sabato è arrivata l’archiviazione della vicenda. Dopo due anni Antonello Carnevale, 57 anni e Giuseppe Mancino, 49 anni i due sottufficiali dei carabinieri della stazione di San Salvo finiti agli arresti domiciliari nel mese di ottobre 2019 per peculato sono stati riabilitati ed escono a testa alta dalla vicenda.

Soddisfatti i legali dei due militari, gli avvocati Alessandro Orlando e Fiorenzo Cieri.

Carnevale e Mancino erano stati accusati di avere trattenuto banconote false sequestrando solo 900 mila euro. Mancino era inoltre accusato anche di altri reati come la detenzione illegale di 5 scatole di munizioni da guerra, l’utilizzo del sistema informatico protetto da misure di sicurezza con abuso di potere e violazione dei doveri inerenti il alla funzione del servizio svolto e diffusione di immagini coperte dal segreto istruttori.

Accuse tutte smontate che neanche le intercettazioni sono riuscite a provare.

Ricca la documentazione preparata dal difensore di Mancino. Documentazione che ha scagionato il sottufficiale.

Paola Calvano 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

6 Comments

  1. anonimo

    Ci trasmettono una mala istituzionale che i responsabili delle grandi unità pubbliche non vogliono sanare.

    Reply
  2. anonimo

    Non la sanno gestire la cosa pubblica.
    Non gliene frega niente a nessuno.
    Comunque questi reati devono essere estesi anche ad altri colleghi della caserma.
    Da anni sono insospettabili.

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.