Banner Top
Banner Top

Laudazi: “Le ciclopiste elettorali”

 

Prosegue senza sosta la  cicloaccelerazione …. verde pallido  elettorale  della Amministrazione Comunale di Vasto.  Sindaco e “sinistri” sodali continuano a non voler considerare che:

  • La nostra Città resta un luogo dove , ancora oggi ,  i pedoni non possono  camminare a piedi in sicurezza , a causa della sconnesssione dei marciapiedi e/o per la assenza di percorsi  idonei e di attraversamenti  riservati a tali utenti.
  • La nostra Città si caratterizza per le strade  disastrate, pericolose ,a sezione variabile e prive di segnaletica idonea e dove mancano i sensi unici e lo scorrimento stradale è prefissato a capocchia e senza la disponibilità di un piano organizzativo del traffico e della circolazione  sostenibile (PUMS).
  • La nostra Città ha una  dotazione di parcheggi  insufficiente per il numero degli stalli riservati alla sosta ed allo stazionamento, soprattutto nei pressi di scuole, mercati, uffici, ospedale e presidi sanitari  ed alle intersezioni stradali ed agli incroci, senza semafori, accade di tutto e di più, rendendo la circolazione  molto pericolosa.

I nostri cicloamministratori comunali non lo sanno e si sono buttati a pesce sul Biciplan, pensando alla moda, invece di predisporre un serio Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che migliori la vita e la circolazione di tutti i cittadini, comunque si spostino.

Allora, per acquisire il divino perdono….. elettorale e  per favorire la utilizzazione dei monopattini e delle biciclette a scapito dei tradizionali mezzi di locomozione a motore,  si scapicollano di gran carriera a disegnare  fantasiose ciclovie , partendo dalla circonvallazione , ad intenso scorrimento veicolare ,  rendendola percorribile in promiscuo , a velocita max di 30 km/ora,  senza alcuno studio preliminare degli spostamenti origine-destinazione del cittadino e del traffico circostante.  Una scommessa azzardata e problematica.

I nostri  “solerti” hanno ritenuto, quindi , che tutti gli abitanti vastesi  siano nelle condizioni di poter  acquistare e di potersi spostare su  uno o più cicloveicoli elettrici,  in famiglia,  al fine di ottenere una copernicana rivoluzione green. Nella attuazione scelta non ci piace .

I saliscendi cittadini , la lunghezza degli spostamenti nella direzione sud/nord e viceversa  dei percorsi urbani ,le sezioni stradali disomogenee e ridotte , la assenza di parcheggi di interscambio veicolare  e gli ovvi ostacoli alla circolazione – che si creano con la realizzazione di nuovi spazi disosta –  , non solo non  ci convincono ,ma  ci preoccupano non poco .  Speriamo nello stellone dei …vastesi.

Questo è quanto . L’avvicinarsi delle elezioni e la concreta prospettiva di una chiara  bocciatura  , evidenziano un ulteriore  tentativo propagandistico  messo in atto   per nascondere l’esito infausto di un quinquennio che  ha visto  Vasto declinare nella qualità e nella quantità di tutti i suoi servizi . E’ una situazione tragica da ribaltare .

Noi  non cerchiamo sogni disegnati sulla carreggiata stradale , ma fatti concreti  che promettiamo di verificare , con equilibrio,  nel prossimo quinquennio.

Il Nuovo Faro

Dott. Ing. Edmondo Laudazi

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.