Banner Top
Banner Top

La Lega frena sul nuovo deposito Amazon

Sull’ipotesi di riconversione dell’autoporto, infrastruttura pubblica  che l’Arap ha deciso di vendere, si esprime il consiglio regionale. Ad annunciarlo sono il coordinatore regionale della Lega, Luigi D’Eramo e il presidente della Commissione territorio, trasporti ed infrastrutture, Manuele Marcovecchio.

Il loro intervento arriva all’indomani della delibera del consiglio di amministrazione dell’Arap, che ha preso atto dell’unica proposta di acquisto pervenuta alla scadenza del termine , cioè quella della Engineering 2K, una società per azioni che opera nel settore della logistica ed è collegata al colosso statunitense Amazon, e ha delegato il direttore generale dell’Azienda per le attività produttive a predisporre i successivi atti amministrativi.

“In ordine alla prospettata ipotesi di riconversione dell’infrastruttura pubblica, autoporto di San Salvo, finalizzata all’insediamento di un centro logistico privato del quale non sfugge la possibile valenza strategica in termini economici e occupazionali, sarà il consiglio regionale d’Abruzzo ad esprimersi, all’esito delle opportune valutazioni e al fine di assicurare ogni più ampia condivisione e trasparenza nell’approvazione del progetto”, affermano D’Eramo e Marcovecchio, “sarà, altresì, premura della Lega Regione Abruzzo, nonché del presidente della Commissione territorio, trasporti e infrastrutture, favorire, con particolare sollecitudine, la definizione dell’iter procedimentale e ogni conseguente provvedimento autorizzativo”.

I due esponenti della Lega non negano quindi la valenza strategica di un centro logistico in termini economici ed occupazionali. Si parla di  un investimento pari a 248 milioni di euro e 2.500 addetti per un totale di oltre 3mila occupati a pieno regime. Siamo senza ombra di dubbio in presenza di una grossa operazione economica che avrà importanti ripercussioni sul territorio.

La società che si è fatta avanti è la Engineering 2K appartenente  gruppo FBH, attivo sul mercato della logistica da oltre 40 anni, ed  è la stessa che si è occupata quattro anni fa della costruzione del centro Amazon di Passo Corese, in provincia di Rieti, uno dei più grandi d’Italia. Si rafforzano quindi le voci sul collegamento con la più grossa azienda di commercio elettronico nel mondo. Da cattedrale nel deserto da  decenni  abbandonato al degrado,  l’autoporto di San Salvo è quindi destinato a diventare uno dei più grandi poli logistici del Centro-Sud. L’Arap ha messo in vendita l’infrastruttura al prezzo di 3 milioni e 700mila euro.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.