Banner Top
Banner Top

Lapenna e il voto a Vasto: “Pd e 5 Stelle insieme”

La politica vastese comincia a muovere i primi passi verso le elezioni amministrative del prossimo anno. Al momento è  certa la ricandidatura dell’attuale inquilino di Palazzo di Città. Parliamo di Francesco Menna (PD) che, sia pure con riservatezza estrema, ha già avviato contatti con realtà associative nel tentativo di mettere insieme le varie forze progressiste presenti in città. Ancora buio pesto nel centro-destra, dove prende quota la candidatura di Marco di Michele Marisi, anche se non sono pochi coloro che scommettono in una nuova discesa in campo di Giuseppe Tagliente.

E i 5 Stelle? Si presenteranno da soli oppure in coalizione con il Partito Democratico? I Pentastellati  pare vogliano candidare sindaco  l’attuale consigliere comunale Dina Nirvana Carinci. Ma voci abbastanza attendibili parlano di frattura tra i vertici del Movimento: alcuni chiedono con forza un’alleanza con la Sinistra. Evidentemente altri cinque anni di sterile opposizione non soddisfa più nessuno.

Su questo tema interviene Luciano Lapenna, in passato per molti anni sindaco  di Vasto, oggi semplice esponente PD. Lapenna rilancia la proposta dell’ex capo politico del Movimento Luigi Di Maio, e propone “un tavolo di confronto tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle”, per una eventuale alleanza  politica.

Afferma Lapenna: “Non voglio certo dettare la linea, la mia è una riflessione da semplice iscritto al PD. Ma è evidente che la questione delle alleanze deve essere affrontata e va fatta per tempo. Il senatore Gianluca Castaldi non vuole alleanze con il PD ma i dati ci dicono che i 5 Stelle oggi amministrano soltanto l’1% dei Comuni e non hanno nessuna regione. Io la penso come Luigi Di Maio che sostiene la necessità di favorire la nascita di una generazione di amministratori del Movimento capaci di governare anche in coalizione. Serve, perciò, l’apertura, a livello nazionale,  di un tavolo di lavoro con il PD per ragionare sulle Comunali del 2021. Al Senatore Castaldi dico che questo tavolo richiesto da Di Maio va avviato a partire dalla nostra città. Anche perchè oggi i 5 Stelle, a livello nazionale, governano con il Partito Democratico: è dunque naturale aprire un confronto. Del resto anche il Ministro per lo Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli (5  Stelle), ha invocato accordi su programmi politici. Convergere per assicurare buoni governi negli enti locali”.

Conclude Luciano Lapenna: “Chiedo ai Parlamentari, ai Consiglieri regionali e comunali dei 5 Stelle di lavorare  per la nascita di un campo progressista e riformista, partendo proprio da Vasto. Un accordo da far valere anche nelle altre realtà abruzzesi. Non è forse questo il momento giusto per iniziare a parlarne?”.

Alfonso Di Virgilio

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.