Banner Top
Banner Top

Chiarezza sulla bimba di 2 anni morta a San Salvo

Massima chiarezza è quanto è intenzionata a fare la Procura di Pescara sulla vicenda che, lo scorso luglio, ha sconvolto una famiglia di San Salvo e un’intera comunità quando la loro figlia M.G.R. di appena 2 anni è morta dopo una settimana di coma a seguito di un intervento chirurgico di palatoschisi, il trattamento della malformazione del palato che si accompagna al cosiddetto labbro leporino.

La piccola, dopo l’operazione eseguita nell’ospedale Santo Spirito di Pescara, è stata colta da una inspiegabile crisi respiratoria, con conseguente mancanza di afflusso di ossigeno al cervello e danni cerebrali permanenti. Da quel momento la piccina non ha più ripreso conoscenza.

I medici iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Pescara sono nove e ora le controdeduzioni sulle perizie eseguite da 3 medici legali nominati dalla procura di Pescara sono state affidate ad un luminare di Padova. Il professore universitario, esperto di anestesiologia, Giancarlo Giron è stato nominato dal legale della famiglia della bambina, l’avvocato Guido Torricella.

Lo strazio dei genitori (P.R. e A.C.), è indescrivibile. Ora vogliono sapere tutta la verità. Della triste vicenda si occupa il pubblico ministero Fabiana Rapino.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.