Banner Top
Banner Top

Morto contro il Tir, si muove la Procura di Vasto

Il sostituto procuratore della Repubblica della Procura del Tribunale dii Vasto, Gabriella De Lucia , ha aperto un’inchiesta sulla morte di Nicola D’Adamo, il pensionato di 77 anni di Vasto , ex capo officina della ditta di autotrasporti Tessitore, vittima di un incidente stradale. L’uomo lunedi pomeriggio mentre era al volante di una Fiat Panda 4×4 si è scontrato con un mezzo pesante. Nell’incidente è stata coinvolta anche una Seat Mii che seguiva la vettura di D’Adamo.

La salma di Nicola D’Adamo è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Chieti in attesa dell’esame autoptico che sarà fatto giovedi pomeriggio. Solo dopo la perizia il corpo del pensionato sarà riconsegnato alla famiglia.

Le indagini sull’incidente mortale sono condotte dalla polizia locale di Vasto. Al momento non ci sono indagati. Gli agenti hanno ascoltato le dichiarazioni del conducente del tir , G.A., 21 anni e quelle del guidatore della Seat Mii, C.A. 31 anni che seguiva la Panda.

La polizia locale, grazie anche al racconto di alcuni testimoni sta cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente per poi risalire alle cause.

La morte di Nicola D’Adamo ha provocato profondo cordoglio in città. Il pensionato che per più di 30 anni ha lavorato nell’officita della ditta di autotrasporti Tessitore era molto conosciuto per la sua aria gioviale. “Era un gran lavoratore“, lo ricorda il vice sindaco, Giuseppe Forte. “Quando non lavorava in officina, curava la campagna. Io personalmente, ma anche il sindaco Francesco Menna e l’amministrazione comunale siamo vicina alla moglie e ai figli in un momento così doloroso”.

Anche la prudenza di D’Adamo al volante era nota. Gli investigatori stanno cercando di scoprire come mai la vettura sia finita sulla carreggiata in cui arrivava il tir della società di autotrasporti Cinquina diretto a Vasto. L’urto è stato violento e per il pensionato è risultato fatale. D’Adamo abitava in contrada De Nardis alla periferia della città, ma amava raggiungere il centro storico per incontrare gli amici con i quali scambiava idee e pareri.

Nonostante l’età non più verde aveva tanti progetti in cantiere per la sua famiglia. “L’unica consolazione” , hanno dichiarato ieri alcuni conoscenti del pensionato visibilmente commossi “è che Nicola non ha sofferto. Il colpo alla Panda è stato così forte che pare che lui abbia perso subito i sensi”.

In effetti quando dopo pochi minuti gli operatori del 118 hanno raggiunto la zona dell’incidente, per il 77enne non c’era più nulla da fare. Le esequie di Nicola D’Adamo saranno celebrate venerdi nella parrocchia dell’Incoronata. Al rito funebre saranno presenti gli ex colleghi di lavoro e rappresentanti dell’amministrazione comunale.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.