Banner Top
Banner Top

“Rivoglio il mio cane”

E’ dovuto tornare in Cina per alcuni mesi,  ma al ritorno non ha più trovato la sua cagnetta che durante l’assenza aveva affidato ad un amico di Perugia, città dove frequenta la facoltà di comunicazione. Sono state le feste di Natale più tristi degli ultimi anni quelle trascorse da Wei Alex, uno studente cinese di 26 anni che nel 2017 ha acquistato un cane di razza Border Collie a Vasto, Elisa. Wei, che ha presentato una denuncia tramite il suo legale, si dispera e chiede di poter riavere la sua cagnetta, la quale, nel frattempo ha trovato una nuova casa.

“Per me Elisa è come una figlia, la rivoglio con me”, racconta Wei tra le lacrime, “la scorsa estate sono dovuto tornare in Cina per motivi di salute e ho lasciato in custodia il cane ad un mio amico a Perugia. Purtroppo la cagnetta è scappata e qualcuno dopo averla trovata per strada l’ha portata nel canile municipale. Quando il mio amico ha telefonato per avere notizie ha saputo che il mio cane era stato riconsegnato al vecchio proprietario di Vasto il cui nome risultava dal chip installato. Quando sono ritornato in Italia ho telefonato al venditore per avere informazioni sul mio cane promettendo di pagare tutte le spese che lui ha dovuto sopportare, ed in quella occasione mi veniva riferito che Elisa era stata venduta ed aveva un nuovo proprietario. Io non accetto questa situazione”, aggiunge lo studente cinese, “ mi sento frustrato ed impotente, vorrei avere il mio cane in quanto sono molto affezionato. Ho parlato con il mio avvocato il quale si rivolgerà agli uffici competenti per poter far valere i miei diritti”, conclude.

Fin qui la versione di Wei, completamente diversa da quella del vecchio proprietario che all’appello lanciato su Facebook dallo studente ha risposto accusandolo di aver abbandonato la cagnetta.

“Elisa è scappata la scorsa estate, perché Wei si ricorda solo ora?”, replica la signora che ha venduto Elisa, “non si tratta di uno smarrimento, ma di un abbandono. Il cane non mi è stato restituito, sono andata io a Perugia a riprenderla, rischiando l’arresto e 10mila euro di multa. Quando l’ho accarezzata sulla schiena le ho contato tutte le vertebre talmente era magra. Ora Elisa è al sicuro e felice”.   

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.