Banner Top
Banner Top

Interpellanze non ammesse, la minoranza abbandona la seduta

Seduta concitata quella che si è tenuta stamane nella rinnovata aula consiliare del Comune di San Salvo. Sei punti all’ordine del giorno per quello che si preannunciava essere un Consiglio Comunale dai toni non propri “distesi”. Dall’approvazione dei verbali delle sedute precedenti all’individuazione dell’Ente capofila di ambito distrettuale relativo al piano sociale regionale 2016/2018, passando per gli altri quattro punti quali quelli relativi alle “Interpellanze e mozioni”, alla “Ratifica delle deliberazioni di Giunta Comunale”, alla “Variazioni al bilancio di previsione 2016-2018” e all’approvazione del nuovo “Regolamento della biblioteca comunale del Centro Culturale Aldo Moro”, la seduta consiliare ha avuto inizio nel suo ormai consueto orario (12,00), dibattuto più volte dalla minoranza tutta in sede consiliare, quale orario inappropriato vista la presumibile e visibile assenza della cittadinanza al dibattimento pubblico.

Dopo i saluti iniziali del Presidente del Consiglio Eugenio Spadano ai presenti all’assise, il consigliere di minoranza di San Salvo Democratica Domenico Di Stefano ha chiesto l’immediato intervento di parola per quel che riguardava il secondo punto all’ordine del giorno relativo alle “Interpellanze e mozioni”, chiedendo il reinserimento all’interno dell’ordine stesso delle quattro interpellanze da loro presentate e non accolte. Ma il respingimento di tale reinserimento da parte del Presidente del Consiglio Spadano, che ha spiegato come le suddette interpellanze devono, come da regolamento, essere formulate ed indirizzate allo stesso Presidente del Consiglio quale incaricato ad inserirle nell’ordine del giorno e non al Sindaco della Città, ha fatto scaldare gli animi, ed i toni sono diventati più duri ed aspri.

Il presidente Spadano ha ricordato come, in più di un’occasione, ha invitato tutti i consiglieri a formulare ed indirizzare in modo corretto le interpellanze. “Siamo stati flessibili in diverse occasioni. Dopo svariate delucidazioni sul corretto iter da seguire, cosa non avvenuta, siamo costretti ora a dare un segnale sul rispetto delle regole”.

Una risposta non accolta ed non accettata dalla minoranza che dopo vari ed infuocati botta e risposta, hanno abbandonato l’aula con la seduta proseguita dunque in loro assenza.

Dopo il rinvio del suddetto punto, in virtù dell’assenza della minoranza, la maggioranza ha provveduto poi ad approvazione gli altri punti all’ordine del giorno (avvenuti tutti all’unanimità): variazione di bilancio, nuovo regolamento della biblioteca comunale e presa d’atto dell’individuazione dell’Ente capofila identificato nell’ultima riunione tenutasi dai vari sindaci del territorio in virtù del nuovo piano sociale regionale e che ha indicato, come Comune Capofila, il Comune di Vasto.

  • consiglio comunale san salvo
  • consiglio comunale san salvo
  • consiglio comunale san salvo
  • consiglio comunale san salvo
  • consiglio comunale san salvo
  • consiglio comunale san salvo
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.