Banner Top
Banner Top

Vastese, oggi è un esame da capolista

Per la prima volta la Vastese è chiamata a difendere il primato. E, magari, a staccare anche la sorprendente Agnonese con la quale condivide la testa della classifica. Accadrà questo pomeriggio, all’Aragona, contro il quotato Campobasso? E’ quello che si augurano i tifosi, pronti a colorare di biancorosso il vecchio stadio cittadino.
La squadra di Gianluca Colavitto ci proverà ed ha buone possibilità di farcela perché sta attraversando un grande momento: è in testa alla classifica, è ancora imbattuta, vince da tre turni consecutivi, ha il migliore attaccante del girone (Prisco) e, soprattutto, da tre domeniche non prende gol. Ecco, questa è la vera novità di questo primo scorcio di stagione perché se in attacco i biancorossi avevano già dimostrato di avere delle potenzialità enormi, in difesa, soprattutto nelle prime gare, erano emerse diverse crepe. Oggi non ci sarà Allocca, ancora infortunato: sarà  sostituito da Bartoli, cosa già successa domenica scorsa a Matelica.
Quello di oggi è un esame importante e, in ogni caso, pure complicato sia per la spessore dell’avversario di turno (i molisani sono in crescita e sono alla caccia di un risultato di prestigio che possa cambiare il loro campionato) sia perché, al di là di quelle che sono le dichiarazioni di circostanza del tecnico abruzzese, che anche ieri ha gettato tanta acqua sul fuoco dei facili entusiasmi, la Vastese è chiamata a superarlo a pieni voti: ormai in città c’è la ferma convinzione che quella che è appena iniziata può essere la stagione buona per ritornare a giocare nel calcio che conta. L’entusiasmo cresce con il trascorrere delle giornate e la società si è detta anche pronta, qualora ce ne fosse bisogno, ad intervenire sul mercato per puntellate l’attuale organico. Il tecnico, però, frena.
“Bisogna stare calmi e soprattutto bisogna ragionare – ha ribadito ieri Colavitto perché dopo sei giornate i valori delle varie squadre non sono ancora ben delineati. E’ presto per fare certi discorsi. Anche qui a Vasto, dove mi sforzo di ribadire che la Vastese non è stata costruita per vincere. Certo, essere in testa alla classifica ci piace e contiamo di restarci a lungo. Ma da qui a dire che la Vastese è la favorita per la vittoria finale ce ne passa”.
Per motivi di sicurezza oggi, per accedere alla tribuna centrale, saranno aperti i botteghini di Via San Michele. Decisione che riguarda anche gli abbonati e gli accreditati. Gli ingressi di Via Tobruk sono destinati solo ai tifosi ospiti.
Ieri pomeriggio, infine, nella Pinacoteca di Palazzo D’Avalos è stato presentato il libro “Grazie per questo momento, la storia di Vincenzo Cosco”, scritto dal giornalista molisano Giuseppe Formato. Come si ricorderà il compianto allenatore di Santa Croce di Magliano ha giocato ed allenato sia la Vastese che il Campobasso.
LA FORMAZIONE: Russo; Manisi, Mensah, Campanella, Bartoli; Di Pietro, Cosenza, Manzo; Prisco, Fiore, Felici.
GAETANO QUAGLIARELLA (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.