Banner Top
Banner Top

“Moretti mortifica gli attivisti Cinque Stelle”

“Un attacco strumentale che, oltre a ledere la mia persona, getta discredito ed ombre su quello che il Movimento 5 stelle rappresenta, mortificando il lavoro e l’impegno degli attivisti vastesi”.

Il consigliere regionale Pietro Smargiassi interviene dopo le dure accuse che Stefano Moretti, referente dell’Osservatorio anti-mafia, ha riservato a lui e al senatore Gianluca Castaldi, con l’intento di dimostrare che “entrambi hanno ottenuto benefici dal sistema che vogliono combattere”.

Il riferimento è alla assunzione per chiamata diretta di Smargiassi all’ex Consorzio Industriale di Vasto fatta nel 2005 dall’allora Commissario Giuseppe Giangiacomo e ai rimborsi spese del parlamentare.

“Non so cosa abbia spinto Moretti ad attaccare me e il senatore Castaldi, premette il consigliere regionale, “mi ha lasciato perplesso che abbia preferito indire una conferenza stampa per esporre i suoi dubbi riguardo la mia assunzione piuttosto che chiedere lumi e spiegazioni direttamente a me. Se me lo avesse chiesto gli avrei spiegato che consegnare un curriculum ad un Consorzio Industriale non può essere una colpa. Non può essere soprattutto una colpa mettersi in aspettativa e non vi è nulla di illegale in questo e soprattutto di moralmente contrario ai principi che ogni attivista del Movimento 5 Stelle riconosce come propri. Dico questo perché a differenza di altri politici di professione, che immagino lo stiano sostenendo (rimanendo ben nascosti dietro le quinte) in questa sua campagna mediatica, non vivrò di politica per il resto dei miei giorni. Per questa ragione, nel momento in cui i cittadini che mi hanno eletto non mi vorranno più come loro portavoce, tornerò al mio ruolo che dal 2004 ricopro con onestà, dedizione e sacrificio. A Moretti va anche ricordato che i Consorzi Industriali sono enti pubblici economici dotati di personalità giuridica, patrimonio e personale dipendente che è sottoposto al rapporto di lavoro di diritto privato”.

Smargiassi chiede anche a che titolo parla Moretti.

“ Si dichiara referente dell’Osservatorio anti-mafia della Regione Abruzzo”, riprende il pentastellato, “ma l’associazione non è neanche iscritta all’albo della Prefettura di Chieti, non è dato sapere quale sia e se abbia una forma giuridica, quali sono gli scopi statutari, quando è stata costituita e a che titolo porta avanti inchieste come quella dai fini palesemente denigratori posti in atto nei confronti miei e del senatore Castaldi”.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.