Banner Top
Banner Top

Zone pedonali per l’estate, rivoluzione nella viabilità

Cinque aree urbane pedonali (Apu) nel centro storico cittadino e un’isola pedonale a Vasto Marina. Prende il via il 1 luglio la mini-rivoluzione della viabilità che dovrebbe riconsegnare ai pedoni alcune strade del vecchio borgo perennemente intasate dalle auto. L’obiettivo non è solo quello di rendere le arterie, strette e spesso prive di marciapiedi, più vivibili ai residenti e ai turisti, ma anche di dare la possibilità alle attività commerciali, privi di spazi esterni, di sistemare tavoli e sedie all’aperto. Il provvedimento resterà in vigore fino al 30 agosto. In arrivo anche una nuova rotatoria tra via Del Porto e Via Santa Caterina da Siena al posto di quella già esistente.

Arrivano le Apu. Sono cinque quelle previste dalla giunta municipale che ha deciso di interdire al traffico veicolare altrettante strade del centro storico, dalle 20 alle 2 di notte, fatta eccezione, naturalmente, per i mezzi di emergenza, i velocipedi e i veicoli al servizio con limitate capacità motorie. Le aree pedonali urbane sono state istituite in via Laccetti (tratto compreso tra via Buonconsiglio e Via Barbarotta), Via Buonconsiglio, Via Naumachia, Via Canaccio (tratto compreso tra Via Giulia e Via Arno) e via Luigi Marchesani. Si tratta di arterie di dimensioni talmente ridotte da rendere difficile l’incrocio tra due auto e poco sicuro il transito dei pedoni. Molto spesso queste stradine sono prive di marciapiedi (cioè lo spazio riservato a chi cammina a piedi) e sono sprovviste delle condizioni di sicurezza previste dal codice della strada. In realtà dovrebbero essere interdette al traffico per tutto l’anno e non solo nelle ore serali e notturne del periodo estivo. Via Naumachia, ad esempio, è talmente stretta da costringere i pedoni a percorrerla rasente al muro se la carreggiata è occupata da un’auto in transito. Problemi di sicurezza anche in via Giulia.

L’isola pedonale alla marina. Anche in questo caso il provvedimento scatta il 1 luglio in Viale Dalmazia, nel tratto compreso dall’intersezione con Via Martiri Istriani e con il Lungomare Cordella sud. In queste zone viene limitata la circolazione veicolare dalle 20 alle 4 del mattino. L’obiettivo è di agevolare l’utilizzo delle strade in un periodo dell’anno, cioè l’estate, caratterizzato dalla presenza di turisti. L’istituzione dell’isola pedonale, croce e delizia dei commercianti, rischia però di rilevarsi un flop in assenza di controlli della polizia municipale.

La rotatoria tra via del Porto e via Santa Caterina da Siena. In quella zona esiste già una rotonda, ma è ormai vetusta e non è più in grado di rispondere alle caratteristiche previste dalla normativa vigente. Necessitano di interventi per la messa in sicurezza anche il manto stradale e i marciapiedi, inoltre occorre sostituire la segnaletica verticale. La nuova rotatoria dovrà essere realizzata in cordoli di cemento e con una pavimentazione di betonelle.

Anna Bontempo (il centro)

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.