Banner Top
Banner Top

Fondazione Mileno, dopo il presidio a Vasto Marina la protesta dinanzi la Asrem a Campobasso

Almeno la tredicesima è arrivata per i 240 lavoratori della fondazione padre Alberto Mileno, ormai sul piede di guerra da mesi a causa delle mancate retribuzioni. Dopo le vibranti proteste dinanzi i cancelli della casa di cura S. Francesco della Marina, ora si è deciso di “proseguire, ad oltranza, con un presidio davanti la stessa, in modo tale da non far scendere l’attenzione sulla spinosa e grave crisi che da tanto sta attanagliando i lavoratori”.

Come ben noto, l’Amministrazione della Fondazione punta il dito contro i mancati pagamenti per prestazioni erogate in regime di convenzione da parte in primis dell’Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem), poi delle Asl teatina e aquilana e per finire di quella di Foggia.

Ed allora le organizzazioni sindacali rappresentate da Ferdinando Costanzo, Daniele Leone e Venanzio Tilli (FP Cgil) e Camillo Di Felice Domenico Fecondo (FO Uil) “di questo sono colpevoli anche, da una parte, la Regione Abruzzo e, dall’altra, la Regione Molise che non intervengono per porre rimedio e trovare soluzioni a controversie che si protraggono, ormai, da anni e che stanno compromettendo il futuro delle attività gestionali e professionali di tutta la struttura sanitaria”.

I sindacati puntano il dito ben teso contro la politica e le istituzioni che non hanno voluto schierarsi al fianco dei lavoratori in questa vertenza. Infatti scrivono: “Obiettivo della manifestazione è stato e sarà quello di sensibilizzare sia l’opinione pubblica sia le istituzioni che sembrano tuttora indifferenti di fronte a tanta criticità e, per questi motivi, avremmo voluto i politici del territorio al nostro fianco e, soprattutto, i vertici dell’azienda che certamente hanno perso una opportunità di essere di sostegno alla legittima rivendicazione dei lavoratori e, ancor di più, a far valere e sentire le proprie ragioni a difesa della vita stessa del Centro di riabilitazione”.
“È il caso di sottolineare – dicono ancora – che, nonostante il mancato pagamento degli stipendi, i Lavoratori hanno dimostrato un forte attaccamento alla struttura, manifestando con grade dignità e senso di responsabilità, inoltre, la Direzione amministrativa avrebbe potuto chiarire meglio la posizione dell’azienda nei confronti della Regione e delle ASL”.
Dunque, il presidio è scattato e le organizzazioni sindacali rivolgono un invito sentito “alla Fondazione di pagare nell’immediato gli stipendi arretrati e alla politica di convocare urgentemente il tanto auspicato tavolo tecnico per discutere di tutte le problematiche in essere”, ma anche ai lavoratori e alle loro famiglie “a continuare con dignità la nostra battaglia, al fine di vederci riconosciuti i nostri sacrosanti diritti”.

Come anticipato già nei giorni scorsi, non saranno solo queste le proteste clamorose messe in campo, ma il 4 marzo la manifestazione si sposterà dinanzi la sede della Asrem a Campobasso.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.