Banner Top
Banner Top

Bando per l’assunzione di Vigili a Vasto, per il Comune tutto legittimo

polizia_municipaleEra stato il sindacato di Polizia municipale DiCCAP a sollevare questioni di illegittimità nel bando di concorso con il quale il Comune di Vasto intende stilare una  lista dalla quale attingere per le assunzioni di Vigili a tempo determinato. Alla diffida ad annullare il concorso risponde l’Amministrazione comunale con un articolato documento nel quale risponde colpo su colpo ai punti sollevati dal sindacato. Ecco il testo della nota.

“In riferimento alla Diffida indicata in oggetto si precisa quanto segue:

Premesso che la procedura in argomento è stata predisposta dall’Ufficio personale con l’ausilio ed il contributo del dirigente ed il Comandante della P.M.

La modifica dello stesso bando, in corso di pubblicazione, si è resa opportuna sia per garantire la più ampia partecipazione, sia per una precisa riflessione dettata da circostanze concrete di svolgimento dei servizi, nonché dalla possibilità di snellire le procedure selettive.

Il bando di concorso a posti di pubblico impiego può contenere, quale lex specialis, prescrizioni discrezionalmente individuate dall’Amministrazione.

Nel bando in esame, sono state previste norme non solo in linea con disposizioni normative, ma che hanno anche una logica di attuabilità in concreto.

Tant’è, che la stessa giurisprudenza amministrativa, ha avuto modo di chiarire che: “Il bando di concorso può contenere prescrizioni discrezionalmente individuate dall’Amministrazione, ma queste, oltre a non essere contraria a disposizioni normative, non devono essere intrinsecamente illogiche, anche sotto il profilo della superfluità, della inutilità e dell’esagerata gravosità” (C.d.S. sez.V, n. 1203/1993).

Nel bando in argomento, il richiedere anche il possesso della Patente categoria “A”, avrebbe comportato anche la previsione di ulteriori requisiti di idoneità fisica, ed in particolare “l’acutezza visiva naturale di 10/10 per ciascun occhio, attese le peculiari mansioni da svolgere………” C.d.S. sez.V, n. 422/1993).

Anche in relazione al profilo della logicità, il bando in questione, nell’eliminare, quale requisito di partecipazione la patente di Cat. A (motociclista), ha inteso sia allargare la sfera dei concorrenti sia la coerenza con lo stato di fatto secondo il quale le due moto in dotazione al corpo di P.M. negli ultimi anni non sono mai state utilizzate dal personale assunto a tempo determinato.

Inoltre, nell’organico della P.M., tra il personale di ruolo figurano ben quattro Agenti preposti all’uso dei motoveicoli.

E’ quindi evidente la coerenza di non prevedere (in via esclusiva) il possesso della patente di cat. A, nel bando in oggetto, viepiù perché trattasi di selezione volta al reperimento di personale a tempo determinato e stagionale.

La presunta violazione dell’art. 25 del Regolamento del Corpo (il possesso delle patenti di guida A e B entro la data di assunzione e non, come precisato nel bando, al momento della presentazione della domanda di ammissione), nasce dall’esigenza di provvedere alla verifica ed eventuale assunzioni, in un lasso di tempo estremamente breve (circa dieci giorni) e comunque in linea con la lex specialis del bando in argomento.

Si precisa ancora, che trattasi di assunzioni a tempo determinato e per brevi periodi.

Il Regolamento del Corpo di P.M., non prevede la tipologia di assunzioni a tempo determinato, bensì individua solo il Reclutamento del personale di P. M. a tempo indeterminato.

Quanto eccepito dal Sindacato DiCCAP, in ordine alla presunta illegittimità derivante dal mancato utilizzo delle graduatorie di altri Enti, si evidenzia l’assoluta infondatezza di tale affermazione.

Il Sindacato in questione, nel motivare la propria posizione sul punto, si sostituisce al legislatore fornendo una interpretazione “autentica” della norma di legge travisando, oltremodo, anche la Circolare di indirizzo n. 5/2013 del 21.11.2013 fornita dal Ministero.

Tant’è che il comma 2 dell’art. 36 del Dlgs 165/2001 così dispone: “Per prevenire fenomeni di precariato, le Amministrazioni pubbliche, nel rispetto delle disposizioni del presente articolo, sottoscrivono contratti a tempo determinato con i vincitori e gli idonei delle proprie graduatorie vigenti per concorsi pubblici a tempo indeterminato”.

Ciò detto e rilevato, il Comune di Vasto non possiede proprie graduatorie vigenti per concorsi pubblici a tempo indeterminato e per tale profilo e categoria.

Pertanto, il Comune ha inteso espletare un proprio concorso finalizzato alla approvazione di una propria graduatoria a tempo determinato da cui attingere per eventuali esigenze di personale di tale categoria e profilo, non solo per il periodo stagionale, ma anche per esigenze temporanee ed eccezionali.

Quindi non si evince un potere/dovere da parte del Comune di attingere ad altre graduatorie, bensì una facoltà dello stesso Ente di utilizzare graduatorie di altre amministrazioni.

Il Comune di Vasto, in sostanza, ha inteso dotarsi di una propria graduatoria (stante la carenza di personale, nel proprio organico, di tale profilo e categoria) a cui attingere nel caso di fabbisogno.

Anzi, tale graduatoria, potrà essere eventualmente utilizzata da altri Enti del circondario e non, essendo il Comune di Vasto, riferimento sul territorio provinciale.

Pertanto, le “preoccupazioni” del Sindacato sulle eventuali responsabilità in capo al dirigente del Personale che ha predisposto il bando in argomento, risultano infondate, pur apprezzandone lo spirito “collaborativo”.

Alla luce di tutte le considerazioni svolte, si ritiene di affermare la piena legittimità del bando di concorso in oggetto e non si ravvisano motivazioni per le quali si dovrebbe annullare lo stesso”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.