Banner Top
Banner Top

Aggressione e violazione della sorveglianza speciale, arrestato

poliziaNella mattinata di ieri, personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di P.S ha arrestato G. V., di anni 51, già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione dell’ordinanza applicativa di misura cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vasto.
Il provvedimento è stato emesso in sostituzione della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con l’obbligo di soggiorno nel Comune di residenza impostagli dal Tribunale di Chieti e a cui l’uomo era sottoposto dal Gennaio 2012.
L’uomo, già protagonista in passato delle cronache giudiziarie, negli ultimi mesi ha collezionato una serie di violazioni alle prescrizioni che gli imponevano di “vivere onestamente rispettando le leggi, di non associarsi abitualmente a soggetti pregiudicati e di non detenere armi nell’abitazione né portarle in luogo pubblico”.
Lo scorso febbraio però, l’uomo ha violato tali disposizioni e, in concorso con altro pregiudicato, ha aggredito con una mazza un uomo, anch’egli pregiudicato.
L’aggressione, che pare fosse motivata dal fatto che la vittima gli doveva alcune somme di denaro, provento dell’attività di spaccio di stupefacenti che i due avevano gestito insieme tempo addietro, avveniva nei pressi di un distributore.
A seguito delle lesioni riportate dalla vittima, personale del Commissariato coordinato dal Dott. Ciammaichella, ha estrapolato le immagini dal circuito di videosorveglianza in uso al distributore dove è apparso evidente il coinvolgimento del 51enne nell’aggressione.
A carico dell’indagato pendono numerosi precedenti di Polizia per vari reati: lesioni personali in concorso, reati per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, rapina, porto abusivo e detenzione di armi, violenza privata, danneggiamento seguito da incendio, estorsione, atti intimidatori , ricettazione, oltraggio, violenza e resistenza a P.U., nonché associazione per delinquere finalizzata alla commissione di gravi reati tra cui lo sfruttamento della prostituzione.
Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.