Banner Top
Banner Top

Ha diritto alla casa popolare, ma gliela occupano abusivamente: il Comune avvia lo sgombero forzoso

Aveva suscitato scalpore il video diffuso solo tre giorni fa sul caso di Domenico Cobea, 41enne cittadino di Vasto, costretto a vivere in un alloggio di fortuna, pieno di umidità, senza riscaldamento ed acqua calda, alloggio per il quale ha difficoltà a pagare anche la retta mensile.

Cobea_DomenicoEppure Cobea, dopo la emanazione della determina dirigenziale dell’Amministrazione comunale di Vasto, n° 178 del 25 settembre 2013, diviene assegnatario di un alloggio popolare di soli 31 mq in via G. Spataro.

Ecco, però, l’inimmaginabile: il precedente inquilino lascia la casa, ma l’alloggio viene immediatamente occupato  abusivamente da altri. Da lì comincia l’odissea di Cobea che in quell’alloggio avrebbe voluto costruire un rapporto stabile con la sua compagna.

nell’appartamento vivono tre persone cui l’alloggio non era stato assegnato.

Oggi, però, forse si è giunti a una svolta: l’ufficio legale del Comune di Città del Vasto, infatti, ha annunciato che “è stata avviata la procedura di sgombero forzoso dell’alloggio popolare affidato – attraverso determina dirigenziale n.178 del 25 Settembre 2013 – al sig. Domenico Cobea e attualmente occupato abusivamente da soggetti non aventi né titolo né diritto. Parallelamente, è stata fatta regolare denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto da parte del corpo della Polizia Municipale cittadina nei confronti degli occupanti abusivi. Inoltre, il Comune di Vasto si costituirà parte civile laddove gli occupanti dell’alloggio popolare vengano rinviati a giudizio.

Il Sindaco di Città del Vasto – Luciano Lapenna – esprime la sua solidarietà e la sua vicinanza nei confronti del sig. Domenico Cobea e garantisce la massima celerità nell’esecuzione dell’ordinanza di rilascio forzoso dell’immobile.

Inoltre, l’Amministrazione comunale non ha mai tollerato alcuna forma di illegalità e di abusivismo e ricorda di aver già provveduto a sgomberare, con l’ausilio della forza pubblica, quindici alloggi popolari occupati abusivamente da chi non aveva né titolo né diritto. L’Amministrazione comunale è contraria ad ogni forma di prepotenza e di abusivismo – sottolinea il Sindaco – e lavora per il rispetto delle leggi e affinché gli alloggi popolari possano essere goduti da chi ne ha diritto e titolo e non dagli abusivi e dai prepotenti”.

Tutto bene, dunque, resta comunque il fatto che se non fossero giunte le telecamere probabilmente il Cobea avrebbe trascorse altre settimane a rincorrere un suo diritto: d’altronde sono passati ben 5 mesi dalla determina ed è bene non dimenticarlo.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.