Banner Top
Banner Top

Corso Mazzini – via Giulio Cesare: semaforo rotto da un mese, a rischio incolumità auto e pedoni

semaforoStava rischiando di diventare come l’incrocio tra corso Mazzini e via Ciccarone, con traffico a passo d’uomo per gli automobilisti che da via Ciccarone si dirigono verso il centro cittadino, nella zona dell’ospedale “San Pio da Pietrelcina”. Il riferimento è all’incrocio dello stesso corso  Mazzini con via Giulio Cesare, una volta regolato da semaforo e, dopo i “botti di capodanno”, lasciato alla libera interpretazione delle norme stradali da parte degli automobilisti.
Durante l’ultima notte di San Silvestro, infatti, i soliti vandali hanno deciso che sarebbe stato “divertente” far saltare il semaforo posizionato proprio a quell’incrocio e dalla mattina dopo il traffico della zona ha subito notevoli rallentamenti e disagi.
Corso Mazzini, infatti, è una delle vie più trafficate della città che in quel punto va ad intersecarsi con un altro punto nevralgico, in quanto in via Giulio Cesare, a parte le affollatissime Poste centrali, ci sono numerosi istituti di credito e uffici di vario genere. Così, soprattutto nelle ore di punta, il traffico risulta particolarmente rallentato e per chi sale da via Giulio Cesare non è affatto agevole immettersi su corso Mazzini, direzione centro, con tutti i rischi per la sicurezza stradale connessi anche e soprattutto per i pedoni.
È passato quasi un mese dal poco edificante episodio che ha reso inutilizzabile il semaforo, un tempo piuttosto lungo che poteva far sospettare l’intenzione di lasciare le cose come stanno, ma l’assessore ai Servizi e Manutenzioni del Comune di Vasto, Marco Marra, interpellato a riguardo, ha assicurato che in tempi brevi la situazione tornerà alla normalità, spiegando il ritardo accumulato finora: “Volevamo inserire le operazioni di ripristino di quel semaforo in un progetto più ampio di gestione di tutta la rete dei semafori della città, ma ci siamo accorti che i tempi per questa operazione si stavano allungando troppo, perciò, indipendentemente da questo progetto, ho già chiesto agli uffici di affrettare le pratiche per la sostituzione del semaforo. Per la settimana prossima dovrebbe essere tutto sistemato”.
Nel frattempo, la speranza è che tra i tanti cittadini che da quasi un mese subiscono i disagi di quell’atto vandalico ci capitino spesso anche gli stessi autori, così da avere una pur vaga idea della stupidità del gesto compiuto. Ma forse è chiedere troppo a menti che si divertono così.

n.l.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts