Banner Top
Banner Top

L’appello degli avvocati di Bibo: “Chi sa collabori con gli inquirenti”

poliziaSi tenta di risalire all’autore dell’aggressione avvenuta giovedì scorso in pieno centro ai danni di U.C.P., il venditore di palloncini noto in città come Bibo. L’aggressione – come riferiscono i suoi legali, gli avvocati Gaetano Litterio e Sida Pelillo – “ha causato allo stesso una frattura alla caviglia e trauma cranico con ferita che ha comportato punti di sutura. Si presenta inoltre molto provato e scosso, considerando che non di rado è stato fatto oggetto di atti di bullismo da parte di alcuni giovani del posto. L’aggressione, avvenuta in pieno centro cittadino e sotto gli occhi di numerosi passanti, nonché delle telecamere degli esercizi commerciali presenti in loco, avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi scongiurate solo dall’intervento di alcune persone e dei commercianti presenti in piazza Rossetti”.
Il giovane rumeno, naturalmente, ha intenzione di procedere legalmente “affinché il responsabile di questa vile aggressione venga individuato e assicurato alla giustizia”, anche perché, come già rimarcato dai legali dell’uomo, non è la prima volta che il noto venditore di palloncino subisce atti di bullismo che questa volta potevano davvero finire male.
“Confidiamo nel lavoro che in queste ore stanno svolgendo gli inquirenti, affinché non ne resti impunito l’autore” concludono i legali di Bibo, esortando “chiunque avesse assistito all’episodio di violenza a recarsi dagli inquirenti per fornire ogni utile indicazione al riguardo”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts