Banner Top
Banner Top
Banner Top

Maltempo, lanciata una nuova allerta per oggi e domani

A distanza di una settimana in cui la prima nevicata di stagione ha causato non pochi problemi, ci ritroviamo di nuovo a fare un bilancio dei disastri causati dal maltempo: piogge torrenziali, come ampiamente previsto dalle stazioni meteo, hanno devastato il litorale  e non solo in un territorio che risente pesantemente dell’incuria di questi anni.

Che l’acqua abbia invaso cantine e garages soprattutto alla Marina ormai non fa neanche più notizia così come le strade ridotte a imitazione di veri torrenti: quel che spaventa, invece, sono le notizie di continui smottamenti che interessano ogni zona della città e che non vorremmo possano anticipare situazioni rischiose come la Sarno di qualche anno fa e via discorrendo

E non lo diciamo per allarmismo, solo perché il quadro disegnato in queste ore soprattutto dalla Protezione civile non lascia presagire nulla di buono alla vigilia di quella che parrebbe essere una delle stagioni  peggiori degli ultimi anni dal punto di vista climatico.

Frana il costone sulla strada di accesso al porto mentre tremano i residenti delle palazzine Ater  di Pennaluce già alle prese con lesioni e infiltrazioni dalle pareti. Frana il terreno su via Vignola I di fatto isolando per alcune ore gli abitanti del posto mentre Vasto Marina raccoglie la fanghiglia che scivola dalla collina orientale devastata dai palazzoni.

Costone che sorregge anche via Adriatica e la loggia Amblingh dove qualche segnale di allarme è stato lanciato anche nei giorni scorsi, mentre spesso salta il collegamento elettrico in alcune zone della città.

E poi l’allarme torrenti, con l’Osento e il Sinello continuamente tenuti sotto osservazione per il rischio esondazione.

Il maltempo ha fatto sentire le sue conseguenze anche nel vastese, dove si sono registrati smottamenti anche di entità importante.

Guilmi, uno dei comuni noti per la famosa ventricina, è rimasta praticamente isolata a causa di una voragine che si è aperta sulla strada per Colledimezzo lato Carpineto, per una frana sulla Carpineto – Roccaspinalveti e l’esondazione dell’Osento sulla strada per Montazzoli, scatenando le furie del primo cittadino Carlo Racciatti.

Liberata in poche ore la provinciale per Torrebruna invasa da detriti e fango così come la carreggiata del tratto viario in località Padulo di Castiglione. Problemi anche sulla Castiglione – Fraine.

Dunque, quel sistema viario provinciale più volte definito in stato di emergenza mostra tutti i suoi limiti.

Ed in queste ore la Protezione civile ha rilanciano una nuova allerta per oggi e domani.

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts