Banner Top
Banner Top

Consorzio di Bonifica: Febbo assente in Commissione di Vigilanza e s’inasprisce il confronto politico

Consorzio di bonificaS’infiamma la querelle sulla difficile questione della gestione del Consorzio di Bonifica Sud di Vasto. A dare fuoco alle polveri del dibattito, quanto mai duro, politico regionale ci ha pensato Lucrezio Paolini, capogruppo dell’IdV in Consiglio regionale, dopo che, in Commissione vigilanza, vi è stata l’assenza di Mauro Febbo, titolare dell’assessorato alle Politiche agricole.

“Febbo – ha detto Paolini – si rifiuta per l’ennesima volta di venire in Commissione di Vigilanza a riferire su una serie di vicende legate al gravissimo stato in cui versa il Consorzio di Bonifica Sud Lanciano-Vasto. Disporre l’audizione degli Assessori regionali -ha insistito il capogruppo dell’IdV – è una prerogativa della Commissione di Vigilanza, che però viene del tutto ignorata dall’Assessore Febbo, impedendo di fatto che venga svolto il doveroso controllo sugli enti strumentali da parte della Commissione e, quindi, di tutto il Consiglio regionale”.

Paolini incalza quando accusa Mauro Febbo di non essere in “grado o non vuole fornire risposte in merito all’abissale deficit ed ai presunti illeciti del Consorzio (già denunciati dall’ex presidente del collegio sindacale Raffaele Felice) cercando di mantenere premuto il coperchio su un pentolone pieno di debiti e magagne, che prima o poi esploderà con effetti devastanti.

Intanto, però, i dipendenti del Consorzio non percepiscono lo stipendio, gli agricoltori pagano i canoni senza ottenere adeguati servizi e non si ferma la cattiva gestione di un ente che dovrebbe svolgere un ruolo fondamentale per l’economia agricola di quelle zone”.

E Mauro Febbo, che certamente non le manda a dire, non poteva tacere su una situazione che da tempo tiene col fiato sospeso soprattutto i dipendenti del Consorzio costretti finanche a metterci del proprio per garantire un minimo di servizi nell’estate appena trascorsa.

“Quelle di Lucrezio Paolini sono dichiarazioni che non corrispondono al vero – afferma con forza Febbo -con le quali vengo accusato in modo assolutamente strumentale e inopportuno”. “Se mi conoscesse un minino, il caro Paolini saprebbe bene che non sono il tipo che si nasconde e soprattutto che non si rifiuta di affrontare qualsiasi tipo di argomento in virtù del massimo rispetto che nutro verso l’Ente che rappresento (vengo da una scuola di Partito dove mi hanno insegnato il massimo rispetto per le Istituzioni). Sappia il capogruppo di Idv che il sottoscritto non solo è il Consigliere regionale (e Assessore regionale) con il maggior numero di presenze in Aula, ma è l’unico Assessore che è stato sempre presente ai lavori delle Commissioni”.

Insomma l’assessore regionale alza la voce contro le insinuazioni e le accuse di latitanza mossegli da Paolini prima di motivare la sua assenza in Commissione di Vigilanza: “Non ho potuto partecipare alle riunioni della Commissione Vigilanza in quanto convocato a Bari per la Commissione Politiche agricole (18 settembre, dove peraltro ero relatore) e a Roma per un incontro con il Ministro delle Politiche agricole (24 ottobre, dove si discuteva della nuova programmazione P.S.R. 2014 – 2020, cioè di centinaia e centinaia di milioni di euro): non certo per questioni personali ma per affrontare temi importanti per la nostra regione. Le assenze erano state comunicate tempestivamente al Presidente della Commissione Gino Milano che quindi ne era perfettamente a conoscenza e sarebbe stato l’unico, nel caso, a poter obiettare. Invece il buon Paolini con l’obiettivo di cercare a tutti i costi la ribalta mediatica non ha fatto altro che segnarsi un clamoroso autogol in quanto è membro della stessa Commissione di Vigilanza ed ha mostrato di non essere a conoscenza di ciò che accade all’intero dell’Organo consiliare. Se si fosse informato prima non avrebbe perso un’altra preziosa occasione per rimanere in silenzio ma soprattutto si sarebbe risparmiato una brutta figura”.

Lu. Spa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts