Banner Top
Banner Top

Cantieri a Montevecchio, le ditte chiedono 10 milioni al Comune

Tribunale_Vasto_4“Il Tribunale di Vasto, nella persona del Giudice, la dottoressa Michelina Iannetta, alla presenza del Procuratore Capo, il dottor Francesco Prete e dei difensori delle parti, aprendo uno spiraglio giurisprudenziale innovativo, basato su un recente filone della Suprema Corte di Cassazione, ha accolto la costituzione di parte civile delle società dal sottoscritto patrocinate, nei confronti del Dirigente del Settore Urbanistica, chiamando il Comune di Vasto a rispondere civilmente per l’operato del proprio dipendente, nel caso in cui venisse accolta la tesi accusatoria”. L’annuncio è arrivato dall’avvocato Rosario Di Giacomo, difensore delle società Paglione srl e Paglione snc nel processo nel processo sulla presunta lottizzazione abusiva che aveva portato, nell’aprile 2012, i sigilli al cantiere del Residence Plaza, sulla collina di Montevecchio, e che vede imputate le stesse due società che invece ritengono “di aver operato correttamente, in piena conformità agli atti licenziati dal Comune di Vasto e di aver agito nella presunzione che tali provvedimenti fossero formalmente e sostanzialmente legittimi”. Da qui il danno lamentato e richiesto dalle società, calcolato per oltre dieci milioni di euro.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts