Banner Top
Banner Top
Banner Top

Piano della macro-area, depositati gli emendamenti di PpV e FdI

ppv e fdi-piano strategico - 3Come preannunciato in una intensa conferenza stampa tenuta nei giorni scorsi prresso la sede di Progetto per Vasto, i consiglieri comunali di opposizione  Massimo Desiati, Etelwardo Sigismondi e Andrea Bischia hanno provveduto, nella mattinata di ieri, hanno provveduto a depositare, presso la Presidenza del Consiglio comunale, gli emendamenti al “Piano strategico della macro area Vasto San Salvo”. I medesimi sono stati inviati al Sindaco di San Salvo ed ai progettisti incaricati.

“Sia pur nei tempi ristretti in cui il Consiglio è stato messo a conoscenza delle definitive previsioni in esso contenute (la Commissione Territorio si è riunita la prima volta il 5 settembre us) – scrivo gli esponenti di Progetto per Vasto e Fratelli d’Italia – si è stati in grado di produrre un lavoro di ridefinizione degli interventi strategici ritenuti necessari per il nostro territorio. Si evidenzia, inoltre, come le attività di partecipazione con i portatori d’interesse siano state insufficienti, risalendo all’ottobre 2010 l’unica occasione di confronto cittadino allargato”.

Attraverso gli emendamenti presentati l’opposizione ha inteso innanzitutto ridefinire le schede progettuali suddividendone gli ambiti in Attività produttive, Ambiente e Turismo, Dotazioni territoriali e Qualità della vita ritenendo che in questo modo “vengano meglio e più puntualmente individuate le opportunità di sostegno pubblico indispensabili per il rilancio economico e sociale dei nostri territori, in una azione di governance che, fino ad oggi, ha lasciato a desiderare”.

Desiati e C. prendono lo spunto per sottolineare ancora una volta quali sono le richieste qualificanti contenute nei suddetti emendamenti che andrebbero a completare il quadro, ritenuto insufficiente, già delineato dalle due Amministrazioni coinvolte nel progetto “Delocalizzazione delle industrie maggiormente inquinanti nell’area di Punta Penna, consolidamento idrogeologico del territorio, realizzazione ed adeguamento delle nuove condotte separate acque bianche ed acque nere, potenziamento dei depuratori comunali, potenziamento del Terminal bus, realizzazione della Cittadella dello sport/Polo fieristico, realizzazione del polo di aggregazione sociale e sportivo di Vasto marina e di quello per le Associazioni di volontariato in città, il recupero ambientale del Parco del muro delle Lame, con la riqualificazione del Parco archeologico delle Terme ed Arena delle Grazie, oltre alla ristrutturazione del Palazzo Genova Rulli, sono i maggiori interventi richiesti per il tramite dei nostri emendamenti, oltre ad altri già contenuti nel Piano”.

Infine si torna a chiedere di fissare una scadenza alla discussione e al confronto per arrivare a un’approvazione definitiva di quel piano, magari modificato “La mancanza di una scadenza perentoria, entro la quale approvare il Piano da parte dei Consigli comunali di Vasto e San Salvo, consente margini di ridefinizione dello stesso, anche se, ormai dal lontano 2009, lo strumento strategico langue in assenza di volontà politica per la sua definitiva approvazione.

Riteniamo opportuno, pertanto ed al contempo, fissare una data certa, verosimilmente fine ottobre 2013, per la sua definitiva ratifica”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts