Banner Top
Banner Top
Banner Top

Commissione interregionale del Turismo, in Abruzzo vivacità e fermento imprenditoriale

Santo_Stefano_di_SessanioSanto Stefano di Sessanio, il piccolo borgo dell’aquilano, sta ospitando i lavori della Commissione interregionale del Turismo, iniziativa promossa dall’Assessore regionale al Turismo, Mauro Di Dalmazio, Coordinatore nazionale degli Assessori regionali al Turismo.

A margine della due giorni è stato il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio  a lanciare messaggi positivi sul futuro del turismo abruzzese, rivendicando il ruolo avuto dalle province nel porre le basi  per il rilancio di tutto il settore.

“L’Abruzzo sta per decollare turisticamente – ha detto Di Giuseppantonio – è quindi fondamentale farci trovare pronti in un mercato competitivo e con un’offerta sempre più diversificata e accattivante”.

“Nonostante il momento di grave crisi economica – prosegue il Presidente Di Giuseppantonio – è incoraggiante constatare una vivacità e un fermento imprenditoriale nel settore del turismo, ormai pronto per affermarsi un pilastro dell’economia regionale. Le Province hanno da sempre avuto un ruolo strategico nello sviluppo dei territori e nella promozione turistica, mi auguro che queste riforme pasticciate dell’architettura dello Stato non escludano davvero le competenze acquisite da questi Enti in tanti anni di esperienza. Va coltivata con maggiore efficacia la sinergia tra i vari soggetti impegnati in questo settore puntando a risultati davvero concreti e efficaci, individuando priorità strategiche e ben definite”.

“Si pensi, ad esempio, a quella straordinaria opportunità che è il progetto Abruzzo Sea Cycling – prosegue il Presidente Di Giuseppantonio – per realizzare la pista ciclabile più lunga d’Italia che comprende anche la Via Verde della Costa dei Trabocchi, il cui primo lotto sarà inaugurato il prossimo anno. Si pensi inoltre al turismo congressuale, che potrebbe contribuire in maniera determinante alla destagionalizzazione dei flussi turistici. Insomma, puntiamo alla qualità intesa come sostenibilità, innovazione e accessibilità dell’offerta turistica e mettiamo in campo competenze e passione per un prodotto Abruzzo attraente e competitivo”.

“Il mio auspicio è che nell’impostazione di una strategia operativa – conclude il Presidente Di Giuseppantonio – non ci si dimentichi delle migliaia di volontari che costituiscono una rete incredibilmente preziosa, quella delle Pro Loco, cittadini che mettono a disposizione delle comunità tempo, passione e competenze e che possono rappresentare davvero uno straordinario strumento per il rilancio dei territori e per rafforzare il concetto di turismo come risorsa”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts