Banner Top
Banner Top

Il ruolo dei porti abruzzesi nel sistema adriatico

logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 23Si è svolto ieri mattina presso la Pinacoteca di Palazzo d’Avalos l’incontro dal tema “Logistica e ambiente: il ruolo dei porti abruzzesi nel sistema adriatico e mediterraneo”, organizzato per la tappa vastese della Goletta Verde di Legambiente.
Sotto la conduzione della giornalista Leda D’Alonzo, si sono succeduti gli interventi del presidente del Circolo vastese di Legambiente, Fausta Nucciarone, dell’assessore comunale all’ambiente, Vincenzo Sputore, del comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto, il Tenente di Vascello Giuliano D’Urso, del presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, del presidente di Legambiente Abruzzo, Angelo Di Matteo, del dirigente Infrastrutture viarie, Intermodalità e Logistica della Regione Abruzzo, Vincenzo Battaglia, dell’amministratore di Inoltra, il Polo abruzzese di Innovazione, Trasporti e Logistica, Teodoro Calabrese.
Nutrita anche la rappresentanza di politici e amministratori del territorio; di Vasto, oltre all’assessore Sputore, c’erano il sindaco Luciano Lapenna, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Forte, gli assessori Lina Marchesani, Mario Olivieri e Luigi Masciulli, e i consiglieri comunali Paola Cianci, Massimo Desiati e Nicola Del Prete; presenti, inoltre, politici di tutti gli schieramenti, dal segretario provinciale di Sel, Alessandro Cianci, al consigliere regionale di Rialzati Abruzzo Antonio Prospero.
Dopo i saluti di Fausta Nucciarone e Vincenzo Sputore, il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo ha espresso apprezzamento per il lavoro di Legambiente, “promotrice di iniziative per noi essenziali. Non è possibile scindere il concetto di green economy da una progettualità portuale che raccolga le istanze di un nuovo modo di fare sistema economico che ormai ci viene richiesto anche dall’Europa”.
Il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, ha invece sottolineato la necessità di istituire una autorità di coordinamento che raccordi le iniziative di tutti gli enti coinvolti nella gestione della mobilità, anche via mare, a tutti i livelli. Per far questo, Di Giuseppantonio ha invitato a lasciare da parte “incertezze, indecisioni e campanilismi”.
“Solo il 13% delle merci viaggia su mare o su treno, – ha spiegato Di Matteo – mentre tutto il resto viaggia su gomma. Invertire questa tendenza significa non solo diminuire il traffico e l’inquinamento, ma anche ottimizzare le spese delle aziende”.
Per sviluppare il trasporto marittimo, d’altra parte, Di Matteo ha ricordato che però “non siamo pronti; i nostri porti hanno bisogno di cicli di manutenzione e dragaggio. In una situazione di crisi economica come quella attuale, la mia speranza è che non si ricada negli errori fatti in passato, perché ormai non ce lo possiamo più permettere”.
Errori che spesso risiedono nel litigarsi ogni singola possibilità di finanziamento senza un progetto comune. In quest’ottica l’autorità di coordinamento proposta dal presidente Di Giuseppantonio trova un’ottima collazione, a patto che la politica non si metta di traverso, come spesso accade, utilizzando i fondi come “spot” politico sul bacino elettorale di riferimento.

n.l.

  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 02
  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 04
  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 07
  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 18
  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 23
  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 29
  • logistica e ambiente-convegno-legambiente-palazzo d'avalos - 30
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts