Banner Top
Banner Top

Giancola dismesso dalla Can B

Angelo Martino GiancolaÈ la dura legge arbitrale: è difficile arrivare a far parte dei piani alti dell’associazione ma è facile tornare indietro, a prescindere dai motivi. Ne sa qualcosa il fischietto vastese Angelo Martino Giancola che, dopo quattro stagioni nella Can, tra A e B, è stato dismesso dalla serie cadetta per “normale avvicendamento”. Il 1° luglio 2009 la promozione alla Can A e B, il 2 luglio scorso, invece, la decisione degli organi federali di mettere Giancola a riposo: era prevedibile, certo, anche per l’età, 36 anni compiuti il 25 marzo. Nei mesi scorsi, intanto, Angelo Martino Giancola ha avuto dei contatti con Sky, quindi non è da escludere un futuro in televisione, anche se, come spesso accade per gli ex arbitri di un certo livello, potrebbero aprirsi le porte per incarichi federali o nell’ambito della stessa associazione arbitrale, continuando, ovviamente, il lavoro di fisioterapista. Laureato in Scienze Motorie, Giancola arbitra dal 1994. Nel ’98 ha debuttato in Eccellenza abruzzese in Penne-Lauretum, in Serie D nella stagione 2002/2003 con la gara Cagliese-Crociati Noceto e, tre anni dopo, in C2 (Forlì-Gualdo); a febbraio 2006 arriva la C1 con la sfida Salernitana-Lumezzane, avendo pure diretto Italia-Inghilterra per il Challenger Trophy, competizione riservata alla Lega Pro. In C colleziona 42 presenze, cui vanno aggiunte le finali play-off di C2 tra Portogruaro e Bassano del 2008 e tra Alessandria e Como dell’anno seguente. È il 1° luglio 2009, come detto, quando arriva la promozione alla Can A e B. Angelo Martino Giancola esordirà in B il 27 ottobre in occasione del recupero tra Empoli e Triestina (1-1). La prima nella massima serie, invece, è datata 16 gennaio 2010, con la partita Cagliari-Livorno: allo stadio Sant’Elia hanno vinto i padroni di casa per 3-0. Il 3 luglio 2010, con la scissione della Can A e B in Can A e Can B, il direttore di gara vastese è inserito nell’organico della B, dirigendo 69 partite, l’ultima in assoluto quella del 18 maggio scorso fra Ternana e Padova. Nella massima serie 3 quelle arbitrate, con molte presenze come addizionale d’area (o arbitro di porta) e quarto uomo; tre in Coppa Italia.
Angelo Martino Giancola, il 7 luglio dell’anno scorso, per la partita più importante della sua vita, è convolato a nozze con Roberta Lisandrelli, anche lei direttore di gara, in forza alla sezione di Arezzo.
Restando sulle decisioni prese a Roma e riguardanti la sezione di Vasto, Giuseppe Luigi Basile e Patrizio Maffulli sono stati dismessi da osservatori, per normale avvicendamento, rispettivamente dalla Can Pro e dalla Can D. Promossi dalla regione alla Cai, invece, Gionatan Civico come arbitro e Luciano Spadaccini come osservatore arbitrale. Promozione pure per il fischietto Davide Sallese: dalla regione alla Can 5.

Michele Del Piano

  • Angelo Martino Giancola di Vasto
  • Angelo Martino Giancola
  • Angelo Martino Giancola con il cartellino giallo
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts