Banner Top
Banner Top
Banner Top

Ritrovato il mobilio trafugato durante un trasloco

Alinovi_RiccardoCadeva il mese di marzo quando alle cronache salì la curiosa vicenda della scomparsa di mobili durante un trasloco. Protagonista della denuncia era stato Riccardo Alinovi, che si era avvalso della ditta 5 Stelle per trasferire mobilio e suppellettili dal suo vecchio alloggio al nuovo. Oggi si celebra la fine di quella vicenda. Infatti, la Guardia di Finanza di Vasto, su disposizione della Procura della Repubblica, aveva avviato una inchiesta che ha portato, lo scorso  3 aprile, al sequestro di beni mobili e suppellettili di proprietà dell’Alinovi a V. M., titolare dell’azienda di trasloco. Lo stesso Alinovi, attraverso una visura camerale, aveva scoperto che la 5 Stelle non era più attiva già dal 2008. “Mi sono subito reso conto che c’era qualcosa che non quadrava – racconta Alinovi – dopo numerose mie telefonate per sapere in quale magazzino avesse depositato i mobili, il M. ha cominciato non rispondere più al telefono. Mi sono insospettito e dopo aver proceduto ad una visura camerale, mi sono reso conto che la sua ditta individuale, con la quale l’uomo ha continuato ad operare come se nulla fosse dopo il 2008, in realtà non esisteva più da tempo, non pagava più le tasse diventando una società fantasma. Ho creduto di aver perduto tutti i miei mobili e gli affetti ad essi legati. Ho deciso di rivolgermi all’autorità giudiziaria perché la truffa che stavo subendo fosse smascherata, anche per evitare ad altri ignari cittadini di essere raggirati da questo signore. Devo ringraziare la Procura e la Guardia di Finanza che in breve tempo hanno scoperto il magazzino dove il M. aveva depositato i miei mobili”.

La Guardia di Finanza ha intimato a V. M. di riconsegnare i mobili e le suppellettili a Riccardo Alinovi e di pagare le spese di trasporto. Dal momento che la stessa tipologia di reato sembra aver interessato più di qualcuno l’associazione Codici invita tutti i cittadini, o coloro i quali hanno avuto rapporti con la ditta “5 Stelle”, a segnalare all’associazione eventuali danni subiti nel rapporto con questa ditta fantasma perché si possa procedere, se del caso, ala costituzione di parte civile attraverso l’avvocato Edy Biasone.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts