Banner Top
Banner Top

Il trio alternative rock “FallingIce” su Musicraiser

FallingIce - Meatsuit coverUna delle più innovative e recenti strade della produzione musicale e video è rappresentata dal crowdfunding, ovvero la raccolta fondi in cambio di ricompense esclusive per tutti i fans che contribuiscono alla riuscita del progetto musicale. È questa la strada intrapresa dal trio alternative rock FallingIce fondato dall’eclettico artista vastese Valerio Vizioli, per il progetto del videoclip “Teenage boy” da realizzare in collaborazione con Spettacolab, società che offre appunto servizi e supporto a cantanti e gruppi musicali.
I FallingIce si sono formati nel 1999, e nel corso degli anni hanno partecipato a diversi concerti e concorsi. Il grintoso terzetto, fondato dal cantante e chitarrista Vice (nome d’arte del vastese Valerio Vizioli), esordisce nel 2001, vincendo l’importante contest Coop For Music e scalando le classifiche di Vitaminic.com in Inghilterra, Germania e Stati Uniti grazie al bel singolo “Another Day”, caso più unico che raro per un gruppo rock italiano. Nel 2007, dopo la registrazione del loro primo EP “Lymph”, co-prodotto dal Red House Recordings, il gruppo che già nel corso degli anni si era più volte rinnovato nei suoi componenti, assume l’attuale formazione con l’ingresso di Bem al basso e Fab alla batteria. I Fallingice con la Ukdivision Records rilasciano il loro primo full length, intitolato “Meatsuit”: undici pezzi impregnati di rock duro e puro. “Another Day” è una sintesi perfetta della musica dei Fallingice: l’incontro tra power ballad e rock aggressivo alla Foo Fighters. La chitarra regna incontrastata sempre e dovunque, ora intessendo melodie, ora dettando riff sporchi e taglienti che poco lasciano ai sentimentalismi. Le due anime della band convivono magnificamente in pezzi come “Unclear” e “Inner Confusion”, in cui melodie inquiete e riffing sferzanti sono ben calibrati. In “Too Bored To Die” ha invece il sopravvento il lato più duro della band: ne risulta un brano quasi metal, sulla cui falsariga si collocano anche “Hands In Chains” (che si concede però una maestosa apertura melodica verso la metà) e “Breathing Machine”. Importante riconoscimento per i Fallingice è stata la distribuzione dell’album “Meatsuit” da parte della famosa Roadrunner Records Belgium in Benelux, grazie agli ottimi riscontri ricevuti dalla stampa nazionale ed estera.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts