Banner Top
Banner Top

“Nessuna traccia dei soldi per la Valsinello”: la denuncia di D’Amico

Golden Lady

Solidarietà dal Pd per voce di Camillo D’Amico, consigliere e capogruppo del Pd alla Provincia di Chieti, alle lavoratrici della ex Golden Lady, alle prese con quella che il segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero in visita a Vasto aveva definito una riconversione “palesemente finta”.
Più morbida la posizione di Camillo D’Amico, che comunque sottolinea: “La nota avanzata ai ministri del Lavoro e dello Sviluppo Economico dagli ex dipendenti del gruppo Golden Lady di Gissi non ci lascia indifferenti. La troviamo utile e necessaria ai fini di una chiarezza che faccia giustizia su ogni genere di responsabilità sul mancato rispetto dei contenuti dell’accordo di riconversione sottoscritto al MISE il 29 Maggio 2012”.
“Noi – precisa il capogruppo provinciale del Pd – non c’eravamo, perché all’opposizione in provincia di Chieti, nella regione Abruzzo e non avevamo ministri nel governo presieduto da Mario Monti. Altri giubilarono al buon risultato e fecero manifesti su tutto il vastese per aver ‘salvato 370 posti di lavoro’. Nonostante tutto ci abbiamo messo la faccia e reputazione personale di tanti nel fare il nostro dovere per portare a compimento i contenuti dell’accordo.”
Nel caso della New Trade, che doveva lavorare gli indumenti usati rioccupando 110 unità lavorative, D’amico ricorda che “la possibilità di dare garanzie fideiussorie alla regione Abruzzo e rispettare gli impegni sottoscritti al MISE c’è stata solo grazie ai nostri buoni uffici; poi la proprietà ha fatto altre scelte che non condividiamo ma, né il presidente della Provincia, né quello della Regione si sono mai fatti carico di fare un’opportuna verifica sui perché questo sia avvenuto”.
“La vicenda della Silda Invest – continua D’Amico – è più complessa. La richiesta di chiarezza avanzata dai dipendenti è utile perché ci sia una risposta chiara da parte dei ministeri interessati. La formazione on the job è garantita alla Fiat per il processo di riconversione di Pomigliano D’Arco e perché non per la Silda Invest?”
“Cosi come sempre abbiamo fatto – conclude il capogruppo provinciale del Pd – continueremo a vigilare e verificheremo cosa in concreto accadrà per l’area industriale della Valsinello di Gissi. Del riconoscimento di area di crisi non se ne parla più, dei milioni di euro promessi non c’è traccia, le aziende continuano a chiudere e delocalizzare con tanti che restano senza lavoro e prospettive.”

n.l.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts