Banner Top
Banner Top
Banner Top

“Buona la prima”: tanti successi senza montarci la testa

Quando un prodotto ha successo non si può che provare piacere; tale sensazione è ancor più vera se un giornalista si trova di fronte ad un prodotto editoriale maturato in ambito scolastico e di  natura giornalistica come il “Buona la prima” edito dall’IIS “E. Mattei”. Si potrebbero spendere parole per ricordare la grande tradizione in quel campo della storia vastese pervasa di grandi testate, grandi direttori, grandi redattori, ma a noi è parso più semplice lasciare alla guida della testata, ovvero al direttore Paola Cerella, spiegare il progetto e, soprattutto, la sua validità senza intaccare il comunicato diramato alla stampa.

Cari amici,
ma credete veramente che noi siam qui a pettinare le bambole? Mentre lo scenario politico italiano si fa sempre più confuso, la crisi economica non accenna a mollare la presa e la storia ci ha consegnato le clamorose dimissioni di un Papa, “Buona la prima”, l’organo d’informazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Mattei” continua a mietere successi in tutta Italia. Non paghi di aver ottenuto la nomination al premio nazionale “Giornalista per un giorno”, indetto da Alboscuole – Associazione Nazionale di Giornalismo Scolastico, che ha invitato la nostra redazione a ritirare il Diploma di Gran Merito in occasione del Meeting Nazionale di Giornalismo Scolastico, in programma il 2 e il 3 maggio a Chianciano Terme, nei giorni scorsi una rappresentanza della nostra redazione è andata a Modena per la premiazione del concorso nazionale “Prima pagina”, indetto nell’ambito di Buk – Festival della piccola e media editoria. Nello specifico, il 23 marzo, presso il Baluardo della Cittadella di Modena, a “Buona la prima” è stato assegnato il premio per la migliore grafica (per questo un grazie speciale va ai nostri insostituibili Enrico Gualterio e Carlo Menna) riscontrata tra tutti i giornali scolastici d’Italia che hanno partecipato al concorso. State però tranquilli che non ci siamo montati la testa. Sappiamo che abbiamo ancora tanto da imparare per crescere e migliorare, non dimenticando mai che obiettivo primario di “Buona la prima” è far sì che gli studenti, resistendo all’annientamento psichico che la società contemporanea impone in maniera sempre più subdola, sappiano farsi portatori ‘sani’ di idee. Un’ultima nota: lo spazio che spesso su “Buona la prima” è stato dedicato alle immani tragedie della Shoah e delle Foibe ha contribuito, assieme alle tante iniziative che, negli ultimi anni, l’IIS “E. Mattei” ha portato avanti per commemorare il Giorno della Memoria e il Giorno del Ricordo, a fare assegnare una borsa di studio ad un’alunna del “Mattei”, chiamata dal Consiglio Regionale d’Abruzzo e dalla Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale a prendere parte ad un viaggio studio svoltosi nei luoghi della memoria di Trieste (Risiera di San Sabba – Foiba di Basovizza) e Monaco di Baviera (campo di sterminio di Dachau). Ad maiora!

Paola Cerella, direttore responsabile di “Buona la prima”

  • Modena2
  • Modena3
  • Modena1
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts