Banner Top
Banner Top

La Procura indaga sulla riconferma dei manager ASL

ZavattaroOra è ufficiale: la Procura di Pescara ha aperto un fascicolo di inchiesta sulla procedura di riconferma di Francesco Zavattaro e Giancarlo Silveri alla guida rispettivamente delle ASL teatina ed aquilana. La decisione della magistratura fa seguito all’esposto presentato dal generale in pensione Alberto Guidoni, uno dei candidati valutati idonei all’incarico. Al centro del contendere la procedura adottata dalla Regione Abruzzo che secondo Guidoni potrebbe violare anche la legge penale: “non si può tollerare una simile plateale irregolarità – ha detto il generale – nel rispetto di una legge nazionale voluta espressamente dal Ministro della salute Balduzzi”. In particolare il riferimento è all’articolo 4 della suddetta legge, che sancisce l’obbligo del “previo preavviso” e della “trasparenza sulla valutazione degli aspiranti ed il rigoroso confronto fra i titoli”. Nel caso di specie sarebbero la Regione Abruzzo avrebbe soprasseduto su quelli che sono i tempi dettati dalla legge nella nomina dei manager. Per sostenere il suo esposto Guidoni ripercorre l’iter seguito dall’Ente evidenziandone l’incongruenza con quanto disposto dalla normativa. Ora tocca alla magistratura fare luce sull’ennesimo “caso” abruzzese nella sanità.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts