Banner Top
Banner Top

Aumentano i visitatori nei musei abruzzesi

Nei primi nove mesi nel 2012, mentre in Italia si registra un calo di presenze nei musei del 10,44%, l’Abruzzo va controcorrente e guadagna un ottimo +17,14% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
È quanto emerge dai dati diffusi dal Ministero dei Beni e Attività culturali, che confermano – qualora ce ne fosse bisogno – la necessità di investimenti importanti su un turismo di qualità che premi percorsi alternativi che valorizzino il territorio. Soddisfatto naturalmente il vertice dell’esecutivo regionale: “Un dato eccellente che non solo conferma la straordinaria attrattività del nostro sistema museale e dei reperti di valore assoluto che vi sono ospitati ma è anche il segnale di un interesse crescente per le nostre città, per i nostri centri storici e quindi per il contesto urbano all’interno del quale queste strutture ricche di storia e di fascino sono collocate. Se si pensa che una regione come il Lazio ha subito un calo di presenze del 4,21% e che hanno perso appeal persino i musei della Toscana (-6,70%), notoriamente meta privilegiata dai turisti di tutto il mondo, si può essere più che soddisfatti del dato relativo all’Abruzzo. Evidentemente, nonostante la crisi economica, l’offerta museale abruzzese è stata ritenuta eccellente da migliaia di visitatori e questo successo non può che incoraggiare l’attenzione della Regione verso questo segmento specifico del nostro turismo anche in rapporto alle presenze estere”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts